Crea sito

brevi dai media (28)

  • Ben arrivata, “DRY”, (Don’t Repeat Yourself), società di produzioni nata da un’idea di Fabrizio Ievolella, Danila Battaglini, Francesco Lauber e Leopoldo Gasparotto, con la già esistente Banjay quale socio di minoranza!
  • Complimenti, emittenti radiofoniche! Secondo i dati RadioMonitor relativi al primo semestre 2016, la radio piú seguita è Rtl 102.5, con quali sette milioni di ascoltatori; al nelle successive posizioni si collocano Radio Deejay (gruppo L’Espresso), con 4, 8 milioni, Radio 105, con 4,64 milioni di ascoltatori, Rds, con quattro milioni e seicentomila telespettatori. Interessanti gli incrementi d’ascolto di R101 (+7,5%) e di Kiss Kiss (+8,5%). Ragionando per editori, RadioMediaset (R101, 105 e Virgin) raggiunge il 24,4% degli ascolti complessivi nel giorno medio, che sale al 27,6% sommando RadioMonteCarlo (controllata da Alberto Hazan ma in partnership con Mediaset ). Da ricordare che, fino alla fine di quest’anno, Mediamond, controllata da Publitalia e Mondadori, cura la raccolta pubblicitaria di altre due emittenti che non appartengono al gruppo, come Radio Italia e Kiss Kiss. Radio Italia, peraltro, è partner tecnico del Milan. Mamma Rai può contare su un decoroso 26% degli ascolti nel giorno medio, con Rai 1-2-3 e Isoradio; il gruppo L’Espresso (Deejay, Capital, m2o) si fa seguire da un 22,7%; Rtl 102.5, aggiungendo gli 832mila aficionados medi di Radio Zeta l’italiana, arriva tranquillamente al 22%. Seguono Rds (13%), Radio Italia (12,5%), Radio 24 (5,6%) e Kiss Kiss (5,6%). La somma delle percentuali supera il 100 perché è calcolata sui contatti giornalieri e un ascoltatore può seguire emittenti diverse nel gior delle ventiquattr’ore.
  • Anche La 7, nel suo piccolo, si prepara per l’autunno. Già da martedí, Andrea Scanzi conduce ‘Futbol’, programma dedicato al calciomercato, in onda in seconda serata. A settembre andrà in onda Miss Italia, guidata da Francesco Facchinetti, con autori provenienti direttamente da Sanremo, per grazia ricevuta di Carlo Conti: Emanuele Giovannini, Ivana Sabatini e Leopoldo Siano. Potrebbero tornare ‘Le Invasioni Barbariche’, magari con Selvaggia Lucarelli al posto che fu di Daria Bignardi, in alternativa a Myrta Merlino, risorsa interna di La7, contrattualizzata fino al 2018. Qualcuno pensa a Ilaria D’Amico che, però, è ancora nella scuderia di Sky. Maurizio Crossa passa a Discovery a fine anno, pertanto continuerà ad animare i programmi di Floris fino a dicembre. Nondimeno, dovrebbero tornare appuntamenti quali ‘Piazza Pulita’, con Corrado Formigli, ‘Tagadà’ , ‘La Gabbia’, con Gianluigi Paragone, ‘Otto e mezzo’ con Lilly Gruber, forse anche il talent per comici ‘Eccezionale veramente’.
  • Sembra che, in tutta Europa, il numero di persone che fruisce il mezzo televisivo attraverso dispositivi mobili o smart tv sia quantificabile in una percentuale che sta tra il 2 e il 3% della popolazione, con punte che arrivano fino all’8% (o anche 9%), almeno nella fascia giovanile. A partire dal 2017, Auditel rileverà i gusti della platea televisiva anche quando quest’ultima preferisce smartphone e computer al tradizionale televisore.
    L’Autorità di Garanzia nelle Comunicazioni ha già avviato un’indagine conoscitiva sui meccanismi di misurazione degli indici d’ascolto. Rai.it, Mediaset.it e altri si serviranno del Self Meter People per rilevare anche i contatti che arrivano dai dispositivi usati dalle persone, dunque non su campione ma su base censuaria. Quanto alla doverosa tutela della privacy, una possibile soluzione potrebbe essere quella di limitarsi al solo indirizzo IP, senza collegarlo ai dati anagrafici e sensibili degli spettatori. In tal modo, diecimila campioni saranno rilevati con questa modalità, attraverso tablet, smartphone e smart tv, le altre 5.700, appena rinnovate, con i rilevatori collegati ai televisori. Si tratterà del panel più significativo al mondo come numero di famiglie, finanche superiore al B.A.R.B. inglese, che ne rileva 6.000. Il sistema per monitorare i nuovi device sarà l’SDK, acronimo di Software Development Kit. I primi test cominceranno in autunno ed il consiglio d’amministrazione dell’Auditel dovrà anche stabilire le modalità di finanziamento del progetto, forse con la quotazione in Borsa, come anticipato lo scorso 29 giugno dal presidente Upa (Utenti Pubblicità Associati socio autorevole di Auditel), Lorenzo Sassoli de Bianchi.
  • Oltre cento nomi della cultura e dello spettacolo (Franca Valeri, Stefano Boeri, Claudio Santamaria, Eva Cantarella, Michele Placido, Adriana Asti, Anna Bonaiuto, Giuseppe Cederna, Luigi De Filippo, Filippo Timi, Massimo Ghini, Nicoletta Braschi, Rocco Papaleo, ecc… ecc… ecc…) hanno sottoscritto un appello a Governo e Parlamento affinché si arrivi presto ad una legge quadro per il settore dello Spettacolo, particolarmente necessaria dopo la sentenza del Tar che ha annullato il decreto ministeriale di riforma dello spettacolo dal vivo, bloccando anche le erogazioni del FUS, e la successiva sospensiva del Consiglio di Stato ottenuta dal ministro Franceschini.
  • Dall’8 luglio al 2 agosto, a Milano, presso lo Spazio Oberdan, sarà proiettato il film ‘Giovanni Segantini: magia della luce’, di Christian Labhart; presentato dalla Fondazione Cineteca Italiana in anteprima durante l’ultima edizione del Festival di Trento, il film intende affrescare la biografia intensa di un pittore che si sforzò di riprodurre sulle sue tele l’energia vitale, la luce e l’intrinseca poesia della natura. Viene trattato anche il rapporto del Segantini con l’anarchia, con l’emarginazione, con la clandestinità, con l’erotismo, con la figura materna.

Fonti: Ansa, Italia Oggi, Corriere della Sera, il Tempo,

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: