Crea sito

Posts tagged “cavalieri dello zodiaco

il (probabile) ritorno dei Cavalieri

I Cavalieri dello Zodiaco stanno tornando? Ivo de Palma, doppiatore storico di Pegasus (Seiya) nelle edizioni italiane dei Cavalieri dello Zodiaco, ha scritto sulla sua pagina Facebook che a Torino sono in lavorazione “materiali” che riguardano ‘Saint Seiya‘. Ivo, che salutiamo caramente, ha però precisato di non esservi coinvolto e di non essere lui il direttore del doppiaggio. Soul of gold? The Lost Canvas*? (more…)


Regression e altri demoni

È nelle sale ‘Regression’, psico – horror – thriller con Emma Watson, David Thewlis ed Ethan Hawke, diretto dal premio Oscar Alejandro Amenábar; la nota Ansa che lo accompagna recita “C’è un demoniaco dentro di noi, ma anche quello vero. Anche se il più grande lavoro del diavolo è dimostrare che non esiste”.

Anche a noi di ‘Sinners, programma basato sul peccato, alcune domande sorgevano spontanee, nel nostro piccolo. Chi è esattamente il diavolo? Che fattezze ha? Come opera? Se la memoria non m’inganna, era domanda che ponevamo anche ai nostri ospiti, spesso professori universitari, ricevendo interessanti risposte: nella Bibbia Satana appare come un dignitario di corte, il diavolo appare solo quando tenta Gesú e quando, secondo san Giovanni, entra in Giuda. Alcuni pensano che il nome Satana derivi da quello del dio egizio Set. Lucifero ha una storia complicatissima, che non è possibile condensare in questa sede. Ovvio, poi, che il programma fosse basato sul modo in cui le dette figure sono state analizzate dalla settima arte.

Al sottoscritto, a prescindere da precedenti collaborazioni, risulta quanto segue.

La fata madrina di Cenerentola, nel capolavoro Disney, si rivolgeva al gatto delle sorellastre dicendogli «Povero Lucifero!»; Victor Hugo intitolava ‛Satana’ un capitolo di un suo romanzo in cui appariva un personaggio sottilmente malvagio; Athena e i Cavalieri dello Zodiaco sconfiggevano Lucifero in un OAV intitolato ‘L’ultima battaglia’; Antoine de Saint-Exupéry conferiva al Serpente del ‛Piccolo Principe’ i caratteri della malvagità e dell’invidia, in maniera simile al Serpente di Collodi, ispirato a Goethe, che muore ridendo a crepapelle al cospetto di Pinocchio; qualche stagione addietro, a ‛Quelli che il calcio’, in prossimità del santo Natale, s’intonava «Sia maledetto Satana e tutti i malfattori!».

Nel libro della Sapienza è scritto che “la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo” ed è sicuramente un personaggio negativo “il Diavolo” che, in ‘Spicchi di cielo tra baffi di fumo’, brucia il campo di grano della famiglia di Romeo per comprare quest’ultimo.

Eppure, ne ‘I fratelli Karamazov’, Fëdor Michajlovič Dostoevskij fa dire a Satana che anche lui avrebbe voluto gioire per la Resurrezione di Cristo. Il medesimo scrive anche, nello  stesso libro, che “il diavolo combatte con Dio e il campo della battaglia è il cuore dell’Uomo “.

(more…)


Saint Seiya – Soul of Gold/ the Ending

Saint Seiya - Soul of Gold

Saint Seiya -Soul of Gold’ last episode was released in Italy on September 26 and the ending was sublime.

The twelve Gold Saints were called in Asgard to fight against Loki, the evil god of German mythology and managed to do it thanks to the divine cloths, Athena’s assistance and, what is sublime,

the pure feelings of human beings and of the nature.

All the knights did their job but Leo’s Aioria was quite the star and the entire ‘Soul of Gold’ saga could seem a sort of his ἀριστεία*. (more…)


influenze celesti

Le influenze celesti’, di Rodney Collin è uno dei libri che in questo periodo sono oggetto delle mie attenzioni. Lettura tra le piú edificanti, consente a chi le si accosta di sentirsi parte del Tutto e di cogliere le innumerevoli e simmetriche armonie del Creato.

Si prenda la massa del Sole e la si divida per quella dei pianeti del Sistema solare: si avrà 80.

Si prenda la massa della Terra e la si divida per quella della Luna: si avrà 80.

Sono solo alcune delle coincidenze rilevanti (o armonie cosmiche) presentate nel libro. È possibile legarle anche all’attualità, forse anche alla politica.

Si perdoni, inoltre, la deformazione professionale  ma c’è un’altra possibile coincidenza che vale la pena di riportare.

In questo periodo è in onda, in contemporanea mondiale, ‘Saint Seya: Soul of Gold’, nuovo capitolo della saga dei Cavalieri dello Zodiaco; i cavalieri d’oro, che avevano pagato l’estremo prezzo della vita per aprire la porta dei Campi Elisi nella saga di Hades, si ritrovano ad Asgard, mitica terra di Odino, per compiere nuove epiche gesta. È parte integrante dei progetti che commemorano i quarant’anni di carriera di Masami Kurumada, è prodotta da Toei Animation ed è disponibile sottotitolata in varie lingue e diverse piattaforme, unitamente ad una campagna di merchandising sulle nuove armature, divine, dei cavalieri d’oro. ‘Saint Seiya Omega’ è invece la narrazione delle gesta compiute dai cavalieri appartenenti alla generazione successiva a Pegasus & Co.  tra cui il figlio di Shiriu del Dragone (Sirio) ed è andata in onda in Giappone dal 2012 al 2014.

Bene, forse il buon Collin è in grado di fornirci una chiave di lettura di raro interesse per capire il motivo per cui il cavaliere dei Gemelli e quello del Sagittario, fin dall’inizio della saga dei Cavalieri dello Zodiaco, si sono trovati diametralmente opposti:

(more…)


la leggenda (velocizzata) del santuario

Saint Seiya – the Legend of Sanctuary’ va guardato di sicuro ma chi ha apprezzato la serie televisiva degli anni ’90 non può fare a meno di costatare la mancanza di almeno uno dei valori che la caratterizzavano:

l’importanza della lentezza e dell’attesa.

Parrebbe un’osservazione oziosa, visto che si è dovuto sincopare in un unico film il racconto di un’intera serie ma, usciti dalla sala, si ha come l’impressione di una ricchezza svuotata. Mancano le dodici fiaccole accese, l’angosciosa e trepidante attesa dell’esito, il tempo necessario alla riuscita… Soprattutto, gli insegnamenti che scaturiscono dai dialoghi tra i duellanti, laddove ad essere a confronto sono visioni del mondo piú che qualità d’addestramento.

E sia, qualcosa è sembrato anche piú logico, ad esempio il fatto che i Cavalieri d’oro già ”illuminati” si attivino fin da subito per aiutare quelli di bronzo, diversamente da come avveniva nella serie, con un Mur fermo tutto il tempo e Ioria che si limitava a seppellire Cassios. Si vuol tacere riguardo al ruolo di Virgo, spostato su opposto binario, e di Aquarius.

Tutto questo, si badi, al netto dell’apprezzabile estetica baroccheggiante delle Case dello Zodiaco, del Grande Tempio sospeso tra le nubi (perché non nello spazio, a questo punto?) e delle armature portate a rinnovellato e avveniristico splendore.

Al netto, anche, di un Mylock e di una Isabel di Thule disegnati in modo perfettibile, a prescindere dall’assenza di Shingo Araki.

Un caro saluto ai doppiatori.


animazione: nuove notti, nuovi giorni…

L’Oscar alla carriera ad Hayao Miyazaki vuol essere il La di questo post, con il quale si tenterà di gettare un affresco su alcune notizie di sicuro interesse per gli amanti dell’animazione.

Proprio a voler cominciare da Miyazaki, il Maestro ha comunicato che, contrariamente a quanto era sembrato di capire e a quanto egli stesso aveva dichiarato, farà film d’animazione fino alla morte. Ha ritirato la preziosa statuetta sabato scorso, ai Governors Awards, e ha dichiarato:

“Ho intenzione di lavorare fino al giorno della mia morte. Sono andato in pensione dai lungometraggi ma non dall’animazione. (…) È diventato difficile per me concentrarmi per tutto il tempo che ci vuole a realizzare un lungometraggio. Amavo realizzare film d’animazione da mostrare nei cinema, e ho pensato di passare questo compito alle nuove generazioni. Uno dei lati positivi di realizzare corti animati è che non devo preoccuparmi del successo finanziario. Le persone che vengono al museo sono costrette a vederli quando entrano nel piccolo teatro che c’è lì. Anche se è un po’ noioso, dovranno per forza sedersi e guardarlo, senza lamentarsi troppo. Sono molto felice. “Continuerò a realizzare film d’animazione per il resto della mia vita.”

Farà cortometraggi, dunque, si dedicherà probabilmente anche al mini-teatro in fase di realizzazione presso lo Studio Ghibli. Continuerà a dirigere, scrivere, sollevare mondi.

Ne riceverà ancora, peraltro, di preziose statuette, visto che ‘La Storia della Principessa Splendente’ (Kaguya-hime no monogatari), ultimo capolavoro fabbricato dalle premiate officine Ghibli, è nella lista di venti titoli candidati a entrare nella rosa dei film tra i quali sarà scelto il vincitore dell’Oscar 2015 per l’animazione.

La lista definitiva sarà di dominio dei comuni mortali solo il 15 gennaio, le statuette saranno consegnate il 22 febbraio ma al momento si può contemplare la citata lista provvisoria: (more…)


15 ottobre: Harlock e i Cavalieri

Il 15 ottobre sarà un giorno davvero speciale per gli amanti di anime e manga. Il cinema regalerà, per una sola giornata, un evento esclusivo: la proiezione di ‘Capitan Harlock – L’Arcadia della mia Giovinezza‘ del 1982. Si tratta del film che costituisce un po’ la genesi dell’eroe, le origini della sua missione; nato dai fumetti di Leiji Matsumoto, animato da Kazuo Komatsubara e diretto da Tomoharu Katsumata, viene presentato al cinema per la prima volta, in versione completamente restaurata grazie a Yamato Video e Koch Media.

La televisione, invece, per la precisione Italia 2, prosegue la trasmissione degli episodi dei Cavalieri dello Zodiaco – serie di Hades che non erano ancora stati trasmessi. In questo periodo, infatti, sono in onda gli episodi che riguardano la lotta tra i cavalieri di Athena e quelli di Hades ma tutta la parte che riguarda l’arrivo in Elisio dei cavalieri, delle armature d’oro, lo scontro con Hypnos e Thanatos, il ritrovamento della sorella di Seiya ed il riscatto di Athena (con tanto di duello finale) doveva ancora essere trasmessa. Il mercoledí, alle 23.35. È da ricordare che anche in questo caso è in ballo la Yamato perché è stata la casa giapponese a supervisionare il doppiaggio di questa parte della saga. di qualche mese fa, inoltre, la notizia del film sui cavalieri, presto nelle sale giapponesi, il cui doppiaggio italiano sarà diretto da Ivo de Palma.

Harlock e l'Arcadia della mia giovinezza il 15 ottobre


il ritorno di Saint Seiya (al cinema) (2)

Il film sui Cavalieri dello Zodiaco, del quale si è trattato in un precedente articolo, sarà doppiato in italiano da Ivo De Palma, che sarà anche direttore di doppiaggio, e dalle altre voci storiche della serie anni ’90, cui tutti siamo affezionati.

Ecco la lieta novella per come apparsa sul profilo Facebook di De Palma:

LA NOTIZIA CHE TUTTI ASPETTAVATE È FINALMENTE ARRIVATA!
‪#‎CavalieriDelloZodiaco‬ ‪#‎IvoDePalma‬

Un’affascinante leggenda narra che, nelle situazioni disperate, sorga un’antica schiera di guerrieri: sono i Cavalieri dello Zodiaco, mitici eroi devoti ad Atena e sacri protettori della Terra.

Esattamente come loro, l’ “antica schiera” delle voci storiche, che l’affetto dei fan ha spesso definito, a loro volta, “mitiche”, si prepara a regalare le emozioni che gli appassionati da sempre si attendono dai Cavalieri della Dea Atena.

Ringrazio di vero cuore Lucky Red per aver incaricato me e il mio team del doppiaggio del film ‘I CAVALIERI DELLO ZODIACO'” dichiara il direttore del doppiaggio Ivo De Palma.
“Da parte di una realtà produttiva e distributiva attenta e scrupolosa come Lucky Red, lo considero un importante riconoscimento verso la peculiare storia della versione italiana di una delle serie animate più importanti degli ultimi anni: la “prima volta” dei Cavalieri dello Zodiaco nei cinema italiani non poteva restare orfana della componente emotiva più intensa e riconoscibile, cioè il cast vocale che da vent’anni dà lustro alla saga, che ha letteralmente “cresciuto” migliaia di appassionati e che, nella veste grafica completamente rinnovata in cui le vicende sono presentate, è ancora in grado di farli sognare.”

La scelta delle voci compete al direttore di doppiaggio, ovviamente.

Se verranno impiegate, ove possibile, le stesse voci della serie storica*:

Ivo De Palma lancerà i ben noti fulmini nel ruolo di Seiya di Pegasus;

 Andrea De Nisco darà anima al fragile Andromeda;

Luigi Rosa sarà Hyoga del Cigno (o Crystal);

Sirio potrebbe essere doppiato da Pasquale Ruju (che doppiò anche Mur d’Ariete in alternanza al compianto Enrico Carabelli), Gabriele Calindri e/o Marco Balzarotti;

Tony Fuochi farà rivivere le ali della Fenice, uno dei colpi di Ikki di Phoenix,ma anche i poteri di Aldebaran del Toro e Camus d’Acquario;

Dania Cericola indosserà nuovamente i panni e il cosmo di Lady Isabel;

Arles la prima volta ebbe le voci alternate di F. Sangermano e Adolfo Fenoglio;

(more…)


il ritorno di Saint Seiya (al cinema)

Saint Seiya: Legend of Sanctuary’ (聖闘士星矢 Legend of Sanctuary) arriverà nella sale cinematografiche giapponesi il prossimo 21 giugno, sia gloria ad Athena!

La data dell’arrivo in Italia è ancora in via di definizione ma, se un viaggetto a Tokyo per una sola proiezione cinematografica non è alla portata di tutti, aspettare qualche mese in piú sarà una sofferenza per la quale sarà davvero valsa la pena.

Diretto da Kiichi Sato, sceneggiato da Tomohiro Suzuki, supervisionato e prodotto da quel medesimo Masami Kurumada che ha infiammato i cuori di un’intera generazione con il manga originale di Saint Seiya (i Cavalieri dello Zodiaco), ‘Saint Seiya: Legend of Sanctuary’ sviluppa in 3 D e abbondante uso della computer grafica la versione originale e aurorale del fumetto.

(more…)


isa – bel(l)

Mi è venuta un’altra delle intuizioni che non di rado baluginano nei percorsi neuronali della mia psiche:

Lady Isabel dei Cavalieri dello Zodiaco potrebbe essere stata chiamata cosí in Italia perché “Isa” sarebbe un omaggio alla dea Iside, mentre “bel” starebbe per l’inglese bell, che significa campana, con riferimento allo svegliarsi. Un suono di campane, d’altra parte, sottolinea il momento in cui Isabel si alza, raggiunta dalla luce dello scudo di Athena.

Accostamento esoterico, ovviamente.

Rileggi Scoperta del secolo e Sandy – bell!

* Proprio con riguardo a Sandybell, nel cartone che la riguarda c’è una puntata nella quale sembra ravvisabile un riferimento al culto di Iside, perché la bimba viene raffigurata in mezzo al mare con indosso una tuta con cappuccio che la fa sembrare una stella marina. “Stella del mare” era un epiteto di Iside, poi attribuito alla Madonna da san Girolamo e dalla chiesa; i marinai hanno sempre pregato la dea egizia di proteggerli dalle insidie della navigazione.


Santi di Athena: un ritorno?

Secondo alcuni rumour, la TOEI animation starebbe preparando un remake della mitica prima serie dei Cavalieri dello Zodiaco. Già on line un video con il rifacimento del finale della saga:

grazie, Shingo! (吾、ありがとう!)


il canto del cigno

Era convinzione degli antichi che i cigni cantassero con voce aggraziata e che, in punto di morte, eseguissero un ultimo canto, dall’inesprimibile bellezza.

Era convinzione erronea perché i cigni non solo non cantano ma pare abbiano anche una voce alquanto sgraziata, un verso simile a quello delle oche, per intenderci.

È però rimasta la locuzione “il canto del cigno” per esprimere il senso di un qualcosa di particolarmente alto, che suggella l’uscita di scena di un divo, un artista, un’esperienza (in questo blog si è a suo tempo affermato che “Eyes wide shut” fu il canto del cigno di Stanley Kubrik perché sua ultima, grande opera prima della morte).

Il brutto anatroccolo dell’omonima favola di Andersen scopre alla fine delle sue peripezie di essere un cigno e “Il cigno nero”, vincitore di un premio Oscar, è in questo periodo nelle sale (trailer alla fine del post). (more…)


Athena e Ares

Gli dèi Athena e Ares sono entrambi legati alla guerra, la prima ne difende gli aspetti nobili, come la giustizia e la libertà, il secondo sembra stoltamente interessato solo alla violenza e al furore.
La televisione dovrebbe tenere sempre la primain dovuta considerazione ed occuparsi del secondo solo quando costretta dalle contingenze, ad esempio quando la follia degli esseri umani causa morte e miseria, alle quali non si può restare indifferenti. (more…)


oltre il farfallone…

Ricordate tutti il farfallone Papillon, lo spectre definito da Pegasus “la cosa più ripugnante che abbia mai visto”? (Quando era in fase embrionale, almeno…)

Debellati lui e gli altri 107 spectre, Pegasus & co. accederanno ai Campi Elisi, per interpretare gli ultimi atti della battaglia tra Athena e Hades.

La prossima primavera dovrebbe finalmente prevedere la messa in onda su Italia 1 degli episodi della saga di Elysion dei Cavalieri dello Zodiaco, che riguarda, appunto, tali vicende.

Gli episodi sono già stati doppiati, i titoli dovrebbero essere i seguenti:

1.       La strada per l’Elisio

2.       Il dio della Morte e il dio del Sonno

3.       Sostegni d’oro

4.       Le leggendarie Armature Divine

5.       Il risveglio della Mitologia

6.       Per un mondo pieno di luce

Le speranze sembrano orientate alla primavera, dunque. Ma anche prima non sarebbe male


ma sì che tornano…

È un bel periodo per gli anime.

Finalmente comunicata la messa in onda del “Meikai, i 12 OAV che costituiscono il capitolo “Inferno” dei Cavalieri dello Zodiaco.

Dal 17 Febbraio alle 13.30, il martedì e giovedì, ovviamente su Italia 1.


"ecco che tornano…" ma quando?

Non c’è ancora una comunicazione ufficiale sulla messa in onda dei Cavalieri dello Zodiaco/ Inferno.

Era stato annunciato un ritorno nel day time, nei giorni pari della settimana, alle 13.40, dal 20 gennaio, poi procrastinato a fine mese.

Slittato il 20 gennaio, slittata la fine del mese (cfr. palinsesti ufficiali), è ormai da prospettarsi il mese di febbraio.

La domenica, a lungo considerata giorno perfetto, è stata criticata da qualcuno perché il focus target, in quel momento, è ancora tra le braccia di Morfeo…


Superstizioni? Pfui!

Il prossimo che afferma che venerdì 17 porta male sarà da me aspramente redarguito!

Venerdì 17 ottobre 2008 passerà alla storia per l’arrivo nelle sale italiane di Wall – E, pellicola alla quale avevo dedicato in passato un piccolo spazio e che vi consiglio d’andare a vedere, qualora non l’abbiate già fatto.

Inizia domani a Roma la III edizione del Festival internazionale del Film, di cui m’ero occupato qualche post fa.

I Cavalieri dello Zodiaco continuano ad andare in onda la domenica alle 10.20 ma ogni tanto la messa in onda di eventi sportivi comporta lo slittamento di qualche episodio.

Nella scheda a suo tempo linkata è indicato l’episodio più vicino alla messa in onda.

In ogni caso, si può sempre dare un’occhiata alla guida TV di Mediaset.


cambi di stagione

La nuova stagione televisiva è cominciata con molte liete notizie.

I Cavalieri dello Zodiaco – saga di Hades, sono finalmente in onda ogni domenica su Italia 1.

Antonella Clerici conduce stoicamente i suoi programmi nonostante il pancione.

Simona Ventura è alle prese con il calcio, con l’Isola e con la selva oscura.

Pinocchio, superato il leone Rosario, stupido e spocchioso, ha portato a buon punto il suo cammino. (more…)


lacrime…

Esistono vari tipi di lacrime:

  • Le lacrime di quando si affetta la cipolla non ci sembrano degne di particolare attenzione, anche perché pare possano essere evitate semplicemente bagnando il coltello;
  • Le lacrime del bimbo che vuole essere ascoltato o preso in braccio;
  • Le lacrime di gioia di una madre che ha appena partorito;
  • Le lacrime del neonato che annuncia al mondo il suo arrivo;
  • Le lacrime dei genitori alle nozze dei figli (a meno che non sia per il costo del ricevimento);
  • Le lacrime di Yehoshua nel film I giardini dell’Eden, davanti al triste spettacolo della bimba venduta come schiava;
  • Le lacrime di due persone si reincontrano dopo molto tempo;
  • Le lacrime che si versano dopo una delusione d’amore;
  • Le lacrime che sottolineano una grande paura;
  • Le lacrime che suggellano una forte emozione;
  • Le lacrime sincere all’ascolto di una melodia che tocca l’anima;
  • Le lacrime di Aquarius mentre chiude Crystal nella bara di ghiaccio;
  • Le lacrime al cinema, davanti a una bella storia;
  • Le lacrime che arricchiscono una vittoria sudata;
  • Le lacrime di una sconfitta (che però magari fa crescere);
  • Le lacrime di quando la vita colpisce sotto la cintola.

Lacrime di dolore, di gioia, d’amore, di paura, di tristezza.

È singolare che la natura abbia scelto simboli così delicati, piccole sfere d’acqua, per testimoniare immense emozioni…


cartoni di stagione

La programmazione di Italia 1 prevede la messa in onda di cartoni animati nuovi e di classici ormai consolidati, chiamiamoli evergreen.

Occhi di gatto, ormai a buon titolo nel Walhalla degli anime anni ’80, si difende ancora oggi per la cura del disegno, il taglio delle inquadrature, i ritmi.

I cavalieri dello Zodiaco, in attesa di scendere agl’inferi per combattere il malvagio Hades, sono tornati con gli episodi storici. In questi giorni vanno in onda le puntate in cui non è ancora visibile, in Phoenix, quella luce che gli consentirà di diventare uno dei cavalieri più devoti ad Athena, in grado perfino di rivaleggiare con Virgo (“il suo cosmo è uguale al mio! E al mio superiore, finanche!”, commenterà quest’ultimo). Quella luce che, tra l’altro, gli consentirà di diventare il Cavaliere dello Zodiaco forse più affascinante. Lui, che dalle sue ceneri risorge.

Tra i prodotti nuovi, mi piace Piggley Winks, maialino che vive nell’Irlanda rurale degli anni ’50, assieme a tanti amici. Serie in 3D di produzione statunitense, presentata in Italia a Cartoons on the bay, posizionata per raggiungere i bimbi in procinto di andare a scuola, è strutturato in episodi non sequenziali ma scanditi dal classico schema del nonno che, per intrattenere i nipoti, racconta loro le sue gesta del tempo che fu.

Piacevole Mushi King, azzeccate le Mermaid melody, che hanno da poco concluso la loro seconda stagione.

Ho visto solo oggi un nuovo cartone, basato sulla vecchia storia di Rémi, ma al femminile.


vanno all'inferno (per combattere)

sul sito www.icavalieridellozodiaco.it sono disponibili alcuni interessantissimi aggiornamenti sulla Saga di Hades, l’ultimo capitolo che vede protagonisti Pegasus & Co.


Scoperta del secolo

l personaggio femminile piú importante nel cartone animato dei Cavalieri dello Zodiaco è Lady Isabel (Saori nella versione originale), reincarnazione della dea Athena.

Per quale motivo la dea greca della sapienza, delle scienze, degli aspetti nobili della guerra, garante delle istituzioni è cosí importante in quel cartone?

La mitologia che si studia sui banchi di scuola può aiutarci fino a un certo punto; il personaggio del cartone animato I Cavalieri dello zodiaco ha sicuramente la capacità di difendere la Giustizia dalla tirannide, proteggere la Ragione dal Caos, guidare gli eroi, come avveniva ai tempi del mito, con Ulisse, Giasone o Bellerofonte.

Ma anche poteri particolari, come quello di restituire agli uomini la serenità del cuore (come fa con Babel, cavaliere d’argento), o di ammansire gli animali (come fa con i lupi di Luxor per difendere Sirio, o con i corvi di Damian).

Evidentemente, (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: