Get a site

brevi dai media (84)

  • Il 21 marzo, oltre all’arrivo ufficiale della primavera, ricorrono la ‘Giornata mondiale della Poesia’, la ‘Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale’, la ‘Giornata mondiale della sindrome di Down’ e la ‘Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie’. Con riguardo a quest’ultima, organizzata dalla fondazione Libera, si dà conto a fine post, con le iniziative prese dalla Rai, Radio – televisione italiana. Don Ciotti, con Libera, sfilerà a Padova.
  • La notizia forse piú eclatante di oggi nel mondo dei media è la completata acquisizione di 21st Century Fox da parte di Walt Disney Company; la casa di Topolino detiene adesso il controllo di un imponente catalogo di prodotti e società, tra cui spiccano le case cinematografiche 20th Century Fox e Fox Searchlight Pictures, le compagnie di produzione televisiva 20th Century Fox Television, Fox Animation, FX Networks, National Geographic Partners e Fox Networks Group International, proprietà internazionali tra cui Star India, oltre alle quote d’azioni nella società di format Endemol Shine Group e nel servizio di streaming Hulu, riguardo ai quali è in posizione maggioritaria. Da oggi, dunque, le grandi major statunitensi sono cinque: Disney, Warner, Universal, Sony e Paramount.
  • Di contro, anche a causa della vendita da 71 miliardi degli asset cinematografici e televisivi della 21st Century Fox a Walt Disney, la nuova Fox Corp.  è arrivata sul mercato e ha avviato per la prima volta le contrattazioni sull’indice Nasdaq come società indipendente. Gli asset attualmente in pancia sono Fox, Fox News, i canali e stazioni televisive di Fox e Fox Sports; nel consiglio d’amministrazione, oltre a Rupert e Lachlan Murdoch, figurano Jacques Nasser, Paul Ryan, Anne Dias, Roland Hernandez e Chase Carey.
  • Lucia Borgonzoni, sottosegretario ai Beni culturali (MiBact), ha annunciato su Facebook: “Dal 1° al 4 aprile cinema a 3 euro, come promesso e grazie alle associazioni del settore cinema… si parte con un #movimento che non si fermerà qui, perché il cinema è tutto l’anno, perché il cinema è un’emozione unica, tutta da provare!“.  “Moviement”, d’altra parte, sta coinvolgendo tutte le aziende della filiera dell’industria del cinema, major Usa incluse, tutte insieme per una stagione che duri dodici mesi, estate compresa. Il cartellone estivo comprende a oggi sessanta titoli, dai blockbuster come ‘Il Re Leone’ e ‘Toy Story 4’, ai film d’autore come le nuove opere di Wenders, Rubini, De Palma, Audiard, Neil Jordan, Ralph Fiennes, Fatih Akin e “due o tre film italiani che sono in predicato per la selezione del festival di Cannes”, secondo quanto anticipato da Luigi Lonigro, presidente distributori Anica.
  • Oggi è stato anche il giorno del primo trailer di ‘Once upon a time in Hollywood’, nona e piú recente fatica di Quentin Tarantino, con Brad Pitt, Margot Robbie e Leonardo DiCaprio. Il film, ambientato nel 1969, nei giorni del massacro di Sharon Tate (Robbie), è incentrato su un attore televisivo,  Rick Dalton (DiCaprio) che cerca di avere successo anche al cinema. La sua controfigura, Cliff Booth (Pitt) sta cercando piú o meno la stessa cosa. Negli Stati Uniti sarà in sala a luglio, in Italia a settembre.
  • Andrà in onda su Sky uno, dal 25 marzo, dal lunedí al venerdí alle 18.50, ‘B Heroes’, interessante docu-serie in quindici puntate sul mondo delle start up – ne saranno seguite venti – e dei capitani coraggiosi che le hanno progettate. Il 12 aprile sarà comunicato il vincitore, che si aggiudicherà un investimento di 500 mila euro.
  • Adesso, come anticipato all’inizio, il comunicato stampa Rai per la Giornata della Memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti delle mafie:
    • Il Servizio pubblico al fianco di Libera per ricordare chi chiede verità e giustizia
      Come ogni anno il 21 marzo sarà l’occasione per ricordare tutti coloro che sono stati uccisi per mano delle organizzazioni malavitose, per non dimenticare le loro battaglie, chiedere giustizia e dignità per le loro famiglie e affermare con forza il rispetto della legalità. Si tratta della XXIV “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, promossa da Libera e Avviso Pubblico, riconosciuta anche dallo Stato come celebrazione nazionale, che quest’anno si terrà a Padova. La cerimonia si sposta in una città diversa, da Nord a Sud, ad ogni edizione ma mantiene al centro il senso profondo della Memoria attraverso la lettura di oltre novecento nomi di altrettante vittime innocenti.
      Un lucido impegno civile che la Rai, in linea con la sua missione di Servizio pubblico, accompagnerà con un palinsesto appositamente dedicato, ricco di appuntamenti tra spazi informativi in diretta, approfondimenti sulle reti televisive e su quelle radiofoniche, interviste, film e documentari.
      Oltre a uno spot istituzionale, realizzato da Direzione Creativa Rai, che andrà in onda su tutti i canali generalisti e specializzati, la Giornata impegnerà anche il sito e i canali social di Responsabilità Sociale Rai. Raiplay e tutti i profili social dei canali e dei programmi che si occuperanno della manifestazione, rilanceranno dirette e approfondimenti con gli hashtag #21marzo, #memoriaeimpegno e #libera.
      IL PALINSESTO DEDICATO

      Mercoledì 20 marzo, sarà Rai3 la prima ad occuparsi del ricordo delle vittime con “Geo”, il programma condotto da Sveva Sagramola, a partire dalle 17. Il giorno successivo, le reti Rai garantiranno un’ampia copertura informativa al corteo e a tutti i momenti più toccanti della manifestazione. Il primo appuntamento della giornata sarà con “UnoMattina” su Rai1 per una lunga intervista a Don Ciotti, a seguire collegamenti e testimonianze raccolte dagli inviati di “Storie Italiane” condotto da Eleonora Daniele. Rai2 approfondirà l’argomento della lotta alle mafie all’interno della rubrica “Tg2 Italia” e con la trasmissione “I Fatti Vostri”. Rai3 invece ci sarà con “Agorà”, condotto da Serena Bortone.
      Nel pomeriggio, la rete ammiraglia offrirà una intervista a Emanuele Schifani, figlio di Vito Schifani, agente della scorta di Giovanni Falcone, vittima della strage di Capaci, ospite a “Vieni da me”. A seguire, la “Vita in Diretta” darà ampio spazio alla Giornata e, in terza serata, ne parlerà anche “Sottovoce” di Gigi Marzullo. Su Rai3 è previsto invece un approfondimento pomeridiano, in onda alle 15.20, in “La Grande Storia – anniversari”, dal titolo “Donne e coraggio, voci contro la mafia”. La puntata racconterà la storia di cinque donne che hanno rotto il muro d’omertà in diversi contesti: Francesca Serio, Serafina Battaglia, Felicia Bartolotta Impastato, Michela Buscemi, Rita Atria.
      L’INFORMAZIONE

      I telegiornali di tutte le reti daranno ampio risalto alla cronaca della Giornata con servizi, ricostruzioni di storie e fatti di mafia. RaiNews24 seguirà in diretta la manifestazione con gli inviati a Padova e in altre piazze d’Italia rappresentative della lotta alla criminalità, con “Newsroom” la trasmissione di approfondimento delle ore 15 condotta da Paolo Poggio e con ulteriori focus sulle stragi di mafia. La TgR dedicherà ampi spazi informativi all’interno di tutte le edizioni dei Tg regionali. L’argomento sarà ampiamente trattato in “Buongiorno Regione” (ore 7.30) dalla TgR Sicilia con collegamenti ed ospiti in studio, mentre la redazione del Veneto si collegherà in diretta con la manifestazione e darà ampia copertura nelle edizioni dei telegiornali con servizi e testimonianze raccolte al corteo. Anche nei tg del Trentino e del Friuli Venezia Giulia ampio focus sulle manifestazioni regionali.
      CINEMA, CULTURA, RAGAZZI

      Rai Movie ricorderà la Giornata con pellicole d’autore. Alle 8.55 il film “Il giudice ragazzino”, vincitore del David di Donatello nel 1994, sulla vita e l’assassinio del giudice Rosario Livatino, impegnato nella lotta alla mafia nella zona di Agrigento. Nel pomeriggio, alle 14, sarà la volta di “Gente di rispetto”, tratto da un romanzo di Giuseppe Fava. A Ragusa negli anni Settanta, una maestra elementare da poco giunta in città scopre di essere controllata da una persona di potere di cui non conosce l’identità.
      Su Rai Storia in onda alle 12 “Diario Civile”, con le storie di Giuseppe Marrazzo: gli stralci di tre documentari che ripercorrono le figure di Boris Giuliano, Cesare Terranova e Piersanti Mattarella, un poliziotto, un magistrato e un politico uccisi in meno di otto mesi a Palermo. Alle 19 invece il secondo appuntamento con “Diario Civile” tratterà la strage di Pizzolungo, l’eccidio che, il 2 aprile 1985, costò la vita a una giovane donna, Barbara Asta, e ai suoi due gemellini, Giuseppe e Salvatore, di sei anni. L’autobomba che colpì la donna e i suoi due figli era destinata al giudice Carlo Palermo, che uscì miracolosamente illeso dall’attentato.
      Il ricordo e l’impegno civile a cui si ispira la Giornata del 21 marzo è anche al centro della programmazione di Rai Ragazzi. Su Rai Gulp alle 15 andrà in onda “Giovanni e Paolo e il mistero dei Pupi”, il cartone animato ispirato alle figure dei due giudici antimafia. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Inoltre, nei due appuntamenti, alle 8 alle 18, “Snap” si dedicherà alla manifestazione.
      Il portale web di Rai Scuola ospiterà infine uno speciale con i documenti filmati che ricostruiscono il lungo e doloroso elenco delle morti per mafia nel nostro Paese, dagli anni Sessanta con la prima guerra degli apparati dello Stato alle cosche, fino agli spaventosi attentati della seconda metà del 1990 e alla morte dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino in quella che è stata definita “l’ultima stagione”, la più cruenta, delle stragi di mafia.
      L’IMPEGNO DI RAI RADIO

      Giovedì 21 marzo Radio1 dedicherà grande parte della programmazione alla Giornata. Oltre ai servizi in onda all’interno delle edizioni principali dei giornali radio, molti programmi – “Il Mattino di Radio1”, “Radio1 Giorno per Giorno”, “Radio1 In Viva Voce”, “Mangiafuoco” e “Radio anch’io” – proporranno spazi di approfondimento sul tema.
      Radio2 si mobiliterà ospitando Don Luigi Ciotti a “Caterpillar”. Radio3 conferma il suo impegno al fianco di Libera raccontando le diverse manifestazioni organizzate in Italia attraverso “Tutta la città ne parla” e “Fahrenheit”.
      Isoradio si occuperà dei temi legati alle mafie ripercorrendo discorsi e interventi di Don Luigi Ciotti.
      Di grande interesse il percorso che farà Rai Radio Techetè grazie allo speciale – realizzato nel 2016 da Edoardo Melchiorri – sull’impegno informativo di Rai Radio a favore della legalità e della sensibilizzazione dell’opinione pubblica, a partire dal primo giornale radio che diede notizia dell’iniziativa. Le voci dei familiari delle vittime di mafia, cominciando con Daniela Marcone, figlia di Francesco, il direttore dell’Ufficio del Registro di Foggia assassinato sul portone di casa un anno prima che iniziassero le Giornate della Memoria e dell’Impegno. Poi Rita Borsellino, sorella del magistrato ucciso nella strage di via D’Amelio a Palermo il 19 luglio 1992 insieme ai cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Il ricordo di Giuseppe Cutroneo e Rosario Montalto, bambini di 8 e 11 anni, colpiti da una sparatoria mentre stavano giocando sotto casa a Niscemi; dell’imprenditore Francesco Pepi ucciso due anni dopo, nel 1989 sempre a Niscemi, perché non voleva pagare il pizzo. I commenti di chi è stato ed è in prima linea nella lotta alla mafia, delle autorità inquirenti, dei magistrati, dei politici locali, degli intellettuali e dei rappresentanti di Libera: Giancarlo Caselli, Antonino Caponnetto, Antonio Fisichella, Giuseppe Cipriani, Enrico Fontana, Pia Blandano, Don Luigi Ciotti.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: