Get a site

festival a confronto (38)

  • L’edizione 2019 dell’Ischia Global Film & Music Festival si terrà dal 14 al 21 luglio, organizzato come sempre da Pascal Vicedomini; maestro di cerimonie di questa diciassettesima edizione sarà Steven Zaillian, regista, sceneggiatore e produttore statunitense, vincitore dell’Oscar per ‘Schindler’s List’ di Spielberg e autore di script per Scorsese, da ‘Gangs of New York’ a ‘The Irishman’. A vent’anni dal film di Anthony Minghella, che fu girato anche a Ischia, sarebbe proprio Zaillian ad accingersi a firmare, da sceneggiatore e regista, i primi episodi della serie tv americana ‘Il talento di mister Ripley’, dedicata a tutti e cinque i romanzi di Patricia Highsmith. Tra i suoi prossimi lavori anche una serie storica sul conquistatore Cortés per Amazon, con Javier Bardem.
  • La sessantacinquesima edizione del Taormina Film Fest, invece, si svolgerà dal 30 giugno al 6 luglio. La giuria sarà presieduta da Oliver Stone e potrà contare, tra le altre, su professionalità quali quelle dello scrittore André Aciman (‘Chiamami col tuo nome’), dal compositore Carlo Siliotto (‘Instructions Not Included’, ‘Miracles from Heaven’) e dall’attrice Laura Morante. Film d’apertura sarà la commedia ‘Ladies in Black’, dell’australiano Bruce Beresford, già artefice di ‘A spasso con Daisy’, presente al festival con la co-protagonista Julia Ormond e gli altri attori del film. Sul grande schermo del Teatro Greco e nelle sale del Palazzo dei congressi si avvicenderanno anteprime da tutto il mondo, come il nuovo film di Martha Coolidge, ‘I’ll Find You’; prevista la presenza dell’attrice premio Oscar Octavia Spencer (‘The Help’), protagonista della serie ‘Are You Sleeping?’, realizzata per la Apple.
  • Il Bif&st di Bari celebra nel 2019 la decima edizione e vive dal 27 aprile al 4 maggio prossimi venturi. Posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è promosso dalla Regione Puglia–Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, con la collaborazione del Comune di Bari, ed è prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission. Presidente del festival è Margarethe von Trotta è il presidente del festival, il compianto Ettore Scola, per molti anni presidente, è quest’anno presidente onorario. Felice Laudadio, attuale presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, ex direttore della Mostra del Cinema di Venezia e della Casa del Cinema di Roma, già amministratore delegato dell’Istituto Luce e presidente di Cinecittà Holding, ne è ideatore e direttore. Le sedi del Bif&st 2019 sono lo stupendo Teatro Petruzzelli, il bellissimo e appena restaurato Teatro Margherita, le sette sale del Multicinema Galleria nonché il Teatro Van Westerhout ed il Castello Angioino  di Mola. Le serate di gala della kermesse, nello storico Teatro Petruzzelli, presentano le Anteprime internazionali di film altamente spettacolari; altri dodici film vengono selezionati ogni anno per la sezione competitiva Panorama internazionale, allestita anch’essa al Teatro Petruzzelli, con premi al miglior regista, miglior attore protagonista e migliore attrice protagonista. Tra i registi dei film presentati in questa sezione: Lucas Belvaux, Paul Bettany, Marion Hansel, Annemarie Jacir, Lech Majewski, Goran Paskaljevic, Lone Scherfig, Brad Silberling, Liv Ullmann, Samuel Tilman, Pantelis Voulgaris, Aleksej Fedorchenko. Oltre a film fuori concorso, eventi speciali, laboratori e incontri con gli autori, il Bif&st presenta due concorsi riservati ai film italiani: il primo dedicato ai migliori film di lungometraggio distribuiti in sala o passati nei festival nell’ultimo anno, un altro alle migliori Opere prime e seconde piú recenti. Previste circa 150 proiezioni, sei lezioni di cinema, incontri con attori e registi, laboratori, mostre fotografiche. Nel corso della serata inaugurale, saliranno sul palco Ennio Morricone, al quale è dedicata la Grande Retrospettiva di questa edizione (con 42 film da lui musicati) e cui sarà conferito il premio “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”, poi Nicola Piovani, Gianni Quaranta e Giuseppe Tornatore. Tutti premi Oscar. Sette le anteprime italiane ospitate nel Petruzzelli, tra le quali le anteprime mondiali ‘Non sono un assassino’ di Andrea Zaccariello, ‘Il grande spirito’ di Rubini e ‘Passeggeri notturni’ di Grandi; sarà anche presentato ‘Lucania Terra Sangue e Magia’, di Gigi Roccati, già vincitore di tre Grand Jury Remi Award al 52° WorldFest Houston International Film Festival come miglior film straniero, migliore attrice (Angela Fontana) e miglior montaggio (Annalisa Forgione); prodotto da Fabrique Entertainment, in associazione con Moliwood Films, in collaborazione con Rai Cinema, sarà distribuito da 102.
  • Vive piuttosto dal 24 al 28 aprile 2019 il trentaquattresimo Lovers Film Festival Torino Lgbtqi Vision, per l’ultima edizione diretta da Irene Dionisio. Madrina Alba Rohrwacher,  tra gli ospiti Helmut Berger, Giancarlo Giannini, Asia Argento, la regista americana Ira Sachs. Quest’anno, per sottolineare il carattere ‘politico’ del festival verranno dedicati focus al “Fuori”, prima associazione gay italiana (1971), al Pride e ai 50 anni dei moti di Stonewall. L’ultimo giorno di festival, Sergio Toffetti, presidente del Museo del Cinema, comunicherà il nome del nuovo direttore della manifestazione.
  • Invece a Udine, dal 26 aprile al 4 maggio, è organizzata la ventunesima edizione del Far East Film, con 76 film da dodici cinematografie, tra cui 51 titoli in concorso e 14 opere prime. Festival tra i piú importanti tra quelli dedicati al cinema orientale contemporaneo, è organizzato a Udine a cura del Centro espressioni cinematografiche.  Apertura delle proiezioni, al Teatro Giovanni da Udine, con l’anteprima di ‘Birthday’, di Lee Jong-un, prodotto da Lee Chang-dong, basato sul naufragio del traghetto Sewol, tragedia avvenuta nel 2014 che segnò la storia della Corea del Sud. Tra gli ospiti Anthony Wong Chau-sang, attore, sceneggiatore e regista cinese di Hong Kong, che torna a Udine con ‘Still Human’ di Oliver Siu Kuen Chan e che ritirerà il Gelso d’Oro alla Carriera, già assegnato ad artisti quali Jackie Chan, Joe Hisaishi e Brigitte Lin.
  • Animato da analoghi intendimenti sembra essere, peraltro, il Festival dell’Oriente: “immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato. Il 25-26-27-28 Aprile e 1-4-5 Maggio 2019, il Festival dell’Oriente torna a Roma, presso la Nuova fiera di Roma, nel contesto dell’evento “Roma incontra il Mondo” composto da tanti altri Festival. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari Paesi in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni. (…) discipline bionaturali, lo yoga, ayurvedica, fiori di Bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale e molte altre ancora. Lasciati trasportare nella magia dell’oriente: India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia, Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet etc.” Con precipuo riguardo al cinema, è previsto, ad esemio, un incontro sulla danza nel cinema indiano di Bollywood.
  • Per concludere in altezza, ricordiamo anche il Trento Film Festival, organizzato nel capoluogo tridentino dal 27 aprile al 5 maggio. Sarà caratterizzato da centocinquanta eventi, tra presentazioni di libri, mostre, seminari ed attività in ambiente, con ospiti d’eccezione come Reinhold Messner (il “re degli Ottomila”), Hervé Barmasse, il velista Giovanni Soldini, il cantante Luca Barbarossa, il filosofo Vito Mancuso, gli esploratori Tamara Lunger e Hans Kammerlander, lo scrittore Paolo Cognetti. Ad aprire la programmazione cinematografica, l’anteprima internazionale di ‘Amundsen’, la spettacolare biografia kolossal di produzione norvegese, diretta da Espen Sandberg, regista candidato all’Oscar nel 2012. In ricordo del disastro che ha colpito l’anno scorso le Dolotii, è stato creato un programma cinematografico speciale, in collaborazione con la Fondazione Dolomiti Unesco. Paese ospite di questa edizione sarà il Marocco.

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: