Crea sito

ultime dalla Rai (2)

Le nomine dei nuovi responsabili di Rai 1, Rai 2 e Rai 3 potrebbero sembrare interessanti per l’età del primo, quarantenne, e per l’appartenenza degli altri al gentil sesso, cose che mai erano successe per le direzioni della tv di Stato.
Andrea Fabiano (Rai 1) nasce nel marketing strategico ed è già stato vicedirettore; Ilaria Dallatana, nuovo direttore di Rai 2, è rimasta nella storia dei media come co-fondatrice di Magnolia, l’azienda creata e per lunghi anni appartenuta a Giorgio Gori, mentre Daria Bignardi, nuovo responsabile di Rai 3, è legata al Gori glaucopide per le trasmissioni televisive che l’hanno lanciata, come ‘Tempi moderni’ e ‘Grande fratello’. Giorgio Gori, nel suo piccolo, è stato a lungo consulente di Renzi.
Una lettura politica, dunque, potrebbe rivelarsi piú disincantata. Certo, rosso di sera…
Quanto alle posizioni ufficialmente dichiarate o supposte, Prima on line ha cosí riportato il pensiero di Daria Bignardi*:

“Vianello mi ha fatto un regalo con Rai3, che è stata prima rete ieri per gli ascolti. Dobbiamo però uscire dalla logica degli ascolti a tutti i costi. La tv non è nata per questo. I punti di forza di Rai3 sono informazione, inchiesta e cultura, che non vuol dire programmi di libri. Non aspettatevi però che cambierà tutto immediatamente. Ci vorranno mesi. Dobbiamo ripensare l’immagine che noi diamo e portare la rete nella contemporaneità (…) Ci sono programmi magari magnifici che hanno un vestito che andrebbe attualizzato.”

Con riguardo ai talk show

“Ognuno lo farà come crede ma serve una riflessione collettiva. Non si possono avere ospiti uguali dappertutto, perché così quando guardi un programmi non sai più che rete guardi. (…) Sarei contenta se riuscissi a migliorare la forma. La Rai è meravigliosa ma nella forma siamo un pochino vintage. Penso ad esempio alle luci e allo studio”.

Il Fatto Quotidiano, ripreso da TvBlog, postula, ipotizza, almanacca acque cattive per ‘Virus’, il programma che Nicola Porro conduce su Rai 2, affermando che Antonio Campo Dall’Orto avrebbe

“affidato Rai2 a Ilaria Dallatana, ex Mediaset, ex socia di Giorgio Gori, ex vicepresidente di Magnolia (fino al 2013), per trasformare il secondo canale in un ritrovo per giovani”.

Al Fatto e a TvBlog risulta inoltre che, al momento, lo stesso Massimo Giannini non sarebbe stato confermato alla conduzione di Ballarò per la prossima stagione. Come si ricorderà, era in essere una polemica, nell’ambito della quale il giornalista aveva dichiarato: “La Rai può licenziarmi, il PD no“.

Per la completezza dell’informazione, che Angelo Teodoli è stato spostato a Rai4, Gabriele Romagnoli a RaiSport, Giancarlo Leone al coordinamento editoriale delle reti, Antonio Marano a Rai Pubblicità.

* dalla conferenza del 18 febbraio; fonti citate nel testo

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: