Get a site

adesso… #libriamoci tutti!

Due interessanti iniziative legate ai libri e alla lettura abbracciano il nostro Paese in queste ore: ‘Libriamoci’ e #ioleggoperché.
Quanto alla prima, che parte proprio oggi, sono coinvolti oltre 235.000 studenti in tutta Italia, dalla primaria alle superiori, insieme alle scuole italiane all’estero. L’intento, che prende vita per la quinta edizione, è quello di animare le classi con letture a voce alta, magari ispirandosi ai temi suggeriti, quali ‘Lettura come Libertà’, ‘2018 anno europeo del Patrimonio culturale’ e ‘200 anni: buon compleanno, Frankenstein!’. Per la verità, le iniziative sono oltre 1600, senza contare quelle sorte spontaneamente e non registrate. Quasi trecento i volontari, quarantaquattro le case editrici, tra cui 66thand2nd, NN, Bompiani, Carthusia edizioni, DeA Planeta, e/o, Einaudi, Feltrinelli, Gallucci Editore, Guanda, HarperCollins, Laterza, Longanesi, Manni Editori, Marsilio Editori, Melampo Editore, Mimesis, Neri Pozza, Newton Compton, Utet e Valentina Edizioni. Testimonial di questa edizione di ‘Libriamoci’ è Pierfrancesco Di liberto, in arte Pif.
#ioleggoperché, iniziativa che vive in regime di collaborazione con la prima, è cominciata sabato scorso, 20 ottobre. È un progetto sociale, promosso e coordinato dall’Associazione Italiana Editori (Aie) per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche, realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), l’Associazione Librai Italiani (Ali), il Sindacato italiano Librai e Cartolibrai (Sil), l’Associazione Italiana Biblioteche (Aib) e il Centro per il Libro e la Lettura, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBac), il supporto della Società Italiana degli Autori ed Editori (Siae) e il sostegno della Lega Serie A e Lega B.
L’iniziativa riguarda oltre due milioni di bambini e ragazzi, piú di 9mila scuole, 2.130 librerie e tremila messaggeri volontari. È possibile per chiunque donare un libro a una scuola, scegliendo un titolo tra quelli che gli istituti hanno indicato nella piattaforma oppure in base alle proprie preferenze. Gli editori hanno già donato centomila libri, ai quali si aggiungeranno le prossime donazioni del pubblico; i volumi donati saranno poi suddivisi e distribuiti entro la fine dell’anno scolastico alle scuole che ne faranno richiesta.
Tantissime sono le iniziative e gli incontri con gli autori; sulla pagina ‘Eventi’ della piattaforma http://www.ioleggoperche.it/ librerie, editori, gruppi di lettura e biblioteche, che partecipano grazie al coordinamento di Aib, possono inserire la propria attività relativa ai nove giorni di campagna, ma anche quelle successive, dato che la piattaforma vive tutto l’anno. Anche in questa edizione, peraltro, #ioleggoperché propone il concorso che premierà la creatività delle scuole nel divulgare la campagna e incentivare le donazioni in libreria: in palio dieci buoni del valore di 1.500 euro messi in palio con il supporto di Siae per l’acquisto di libri.
I media partner sono Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, La 7, Mediaset TGCom24, RAI, Robinson laRepubblica e Topolino; i media supporter sono Famiglia Cristiana, Focus Junior, Il Giornale della Libreria, Il Fatto Quotidiano, Il Giornalino, Il Libraio.it, La Stampa, Libreriamo, Studenti e TV Sorrisi e Canzoni.
Aderiscono, oltre alle librerie indipendenti di Ali e Sil: Ancora, LaFeltrinelli, Giuntialpunto, Libraccio, Librerie Claudiane, Librerie Coop, MondadoriStore, Paoline, San Paolo, TCI Touring Club Italiano, Ubik. I partner tecnici sono Ceva, Informazioni Editoriali e Messaggerie Libri.
I due ambassador di questa edizione sono Luciana Littizzetto e Rudy Zerbi.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: