Get a site

Fellini, Spike Lee, Tognazzi, Hitchcock e altri demoni

  • ‘La famosa invasione degli Orsi in Sicilia’ è stata visione tra le piú interessanti, un buon modo, se non altro,  per rendere omaggio allo scrittore Dino Buzzati e al regista Lorenzo Mattotti, quantunque la gran parte degli animatori sia francese. Né, tampoco, sono da trascurare le brillanti performance di Toni Servillo, Antonio Albanese, Linda Caridi, Maurizio Lombardi, Corrado Invernizzi.
  • Torna al cinema proprio oggi, 18 novembre, in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna, ‘La donna che visse due volte’, di Alfred Hitchcock. Come si ricorderà, ‘Vertigo’ – questo il titolo originale – interpretato da Kim Novak e James Stewart, tratto dal romanzo ‘D’entre les morts’ di Thomas Narcejac e Pierre Boileau, è da considerarsi una delle pellicole piú riuscite di Hitchcock e di tutta la storia del cinema, assolutamente magistrale nella descrizione dei sentimenti e nelle scelte registiche.
  • Ancora con riguardo a Hitchcock, è da segnalare la mostra ‘Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures’, allestita a Genova, al Palazzo Ducale; in tale encomiabile allestimento sono esposte settanta fotografie scattate sui set e nei backstage dei film piú celebri di Hitchcock, da ‘Psyco’ a  ‘La finestra sul cortile’, al testé citato ‘Vertigo’. C’è tempo per visitarla fino al prossimo 8 marzo.
  • Anche Giulietta e Romeo di Shakespeare, nel loro piccolo, tornano al cinema. Lo fanno grazie a Spike Lee, che vuol fare ‘Price of Cats’, versione hip hop, parzialmente ispirata ad una graphic novel scritta e illustrata da Ron Kimberly. La prospettiva sarà quella di Tebaldo, spocchioso e aggressivo cugino di Giulietta nonché erede di famiglia, che sarà seguito nelle sue scorribande e nelle risse ingaggiate con le bande rivali come, neanche a dirlo, quella dei Montecchi. Il tutto in una Brooklyn anni ’80. Hollywood Reporter riferisce che Spike Lee scriverà anche il copione.
  • La Giunta comunale di Rimini ha approvato il progetto esecutivo del primo dei quattro stralci previsti per la realizzazione del Museo Fellini, che riguarda gli allestimenti e le installazioni che interesseranno i tre poli attorno al quale l’intera struttura prenderà forma: il quattrocentesco Castel Sismondo, Palazzo Valloni e la Piazza dei Sogni; gli spazi di Palazzo Valloni e di Castel Sismondo, così interconnessi, diventeranno luogo di una narrazione attraverso film, documentari, interviste, sceneggiature, lettere, spartiti, oggetti di scena e costumi. Il quarto polo, per la completezza dell’informazione, sarà il cinema Fulgor.
  • Sempre a Rimini, ma all’archivio della Cineteca Comunale, è possibile leggere la sceneggiatura originale, con la prima versione del finale, di ‘8 e mezzo’, il capolavoro che Fellini diresse partendo, appunto, dalla sceneggiatura appartenuta a Lina Wertmüller. Era previsto un treno, piuttosto che un circo danzante, un viaggio dalla destinazione (forse) ignota anziché l’inizio di un gioco e di una festa. Il documento, ricco di appunti apportati dalla stessa Wertmüller, che mosse i primi passi al fianco di Fellini, rappresenta uno dei ‘tesori’ conservati dal Comune romagnolo che saranno valorizzati e riscoperti nel 2020, l’anno del centenario felliniano; tra gli altri tesori, la prima sceneggiatura di Amarcord col titolo ‘Il borgo’,  foto e documenti inediti. il 14 dicembre prenderà il via anche la mostra itinerante ‘Fellini 100 e La dolce vita exhibition’, ideata, progettata e messa in scena da Studio Azzurro e curata da Marco Bertozzi e Anna Villari.
  • Capitan Harlock, il pirata il cui corpo “non vuol morire”, festeggia quarant’anni dal suo arrivo in Italia ed è stato celebrato a Torino con quattro giorni di eventi, feste, ricchi premi e cotillon, alla presenza del suo creatore Leiji Matsumoto. Siamo ancora in tempo per ricordare lo speciale annullo filatelico di Poste Italiane con speciale folder commemorativo. Quanto a Matsumoto e al malore che lo ha colto venerdí, mentre scriviamo risulta che le sue condizioni di salute sono migliorate, è sveglio e cosciente, sebbene sotto osservazione.
  • Il prossimo 30 novembre, nelle stanze della casa-museo Ugo Tognazzi di Velletri, nella zona dei Castelli Romani, la casa vitivinicola Tognazza proporrà ‘Amici Miei’ – Situescion II, format artistico e multisensoriale che unisce enogastronomia e musica. Come si ricorderà, Ugo Tognazzi fu uso all’alta cucina non meno che al cinema ed il suo ricettario, per certi aspetti davvero originale, sarà riproposto e probabilmente rivisitato dallo chef Danilo Pelliccia. Il tutto, si badi, negli stessi ambienti nei quali Tognazzi era solito ospitare Paolo Villaggio, Mario Monicelli, Vittorio Gassman. Nonché, soprattutto, all’insegna dell’Amicizia.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: