Crea sito

animali nello spettacolo (2)

Nel mondo dello spettacolo ci sono sempre stati molti animali, è risaputo. Nella storia della celluloide, poi, la lista di cani, scimmie e vertebrati vari che hanno arricchito il nostro mondo interiore scodinzolando al ciak o facendo versi alla cinepresa è pressoché sterminata. Ne sono ben consapevoli Davide Ferrario e Donata Pesenti Campagnoni,  organizzatori,  con la collaborazione di Tamara Sillo e Nicoletta Pacini, della mostra Bestiale! Animal Film Stars’, al Museo Nazionale del Cinema di Torino, presso la Mole Antonelliana, dal 14 giugno 2017 all’8 gennaio 2018.
Due i temi principali: 1) cos’è una star animale? 2) esiste una “recitazione animale”?
Articolata in dieci differenti sezioni tematiche, la mostra ospita fotografie, manifesti, story-board, costumi di scena, memorabilia e animatronics, nonché sequenze dei film assemblati in montaggi speciali, il tutto proveniente dalle collezioni del Museo Nazionale del Cinema e da istituzioni quali l’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences di Los Angeles, la NBCUniversal Archives & Collections, La Cinémathèque française, il  Palm Dog Award, e da collezionisti e professionisti del mondo del cinema, come il Premio Oscar per i migliori effetti speciali John Cox.
Da Rin Tin Tin a Cheeta, dunque, da Lassie a King Kong, dal mulo parlante Francis al delfino Flipper, dallo Squalo di Spielberg al Balthazar di Luc Besson e molto piú!
Che dire, peraltro, del gatto Orangey, vincitore di due Patsy Awards, micio di fiducia di Audrey Hepburn in ‘Colazione da Tiffany’ e protagonista in ‘Rhubab’ (il gatto milionario)?
Che dire, inoltre, di Keiko, orca catturata in Islanda che, dopo undici anni in un parco acquatico messicano, diventò Free Willy?
Il fatto, poi, che la scimmia di Tarzan, la famosa Cheeta, abbia meritato una stella sulla Walk of Fame lo ricordavamo?
L’unico neo è che non si è sicuri che la scimmia depositaria dell’impronta sia stata la stessa dei film e che, nei film stessi, potrebbe essere stata sostituita di volta in volta…
Fonte: http://www.museocinema.it/mostre.php?id=108

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: