Get a site

Posts tagged “Martin Scorsese

Scorsese con De Niro e DiCaprio, Nastri d’Argento e altri antivirus

Aggiornamento 7 luglio: a fine post, sottolineati, i vincitori dei Nastri d’Argento 2020

Aggiornamenti 31 maggio:

  • tanti auguri, Clint Eastwood!
  • Tanti auguri, Paolo Sorrentino!
  • Il prossimo film di Martin Scorsese si chiamerà ‘Killers of the Flower Moon’, sarà interpretato da Robert De Niro e Leonardo DiCaprio e sarà realizzato da Apple. Sarà, anzi, il progetto cinematografico piú ambizioso dell’azienda di Cupertino dopo l’acquisto dalla Sony di ‘Greyhound’, con Tom Hanks, sulla battaglia dell’Atlantico durante la Seconda Guerra Mondiale. ‘Killers of the Flower Moon’ sarà un thriller ambientato in Oklahoma ai tempi del selvaggio West, basato su un libro di David Grann nel quale è raccontata, dopo una serie d’omicidi, la genesi stessa dell’FBI; sarà il sesto film in cui Scorsese e DiCaprio lavorano insieme e primo dopo ‘The Wolf of Wall Street’. Uniche incognite le altre fatiche cui DiCaprio sta attendendo o è in procinto d’attendere, come il prossimo film di Adam McKay per Netflix con Jennifer Lawrence. (⇐ Variety)
  • Liam Hemsworth è ancora alla riscossa. Dopo la necessaria costrizione domiciliare per l’emergenza Covid-19, sembra in procinto d’approdare in Sudafrica per interpretare in un film biografico il leggendario campione di pugilato Gerrie Coetzee, il primo sudafricano nella storia a competere e ad ottenere il titolo di campione mondiale dei pesi massimi. Il diretto interessato, il testé citato pugile, ha confermato il ruolo di Liam in una recente intervista radiofonica all’emittente Jacaranda FM; le riprese dovrebbero cominciare in agosto, a meno che qualcuno non s’ammali per colpa del virus. Né s’aspettava, il pugile, che il ruolo della moglie sarebbe stato assegnato a Charlize Theron, che potrebbe rimanere fuori per motivi di budget. Quanto a Liam, questi è stato anche coinvolto con il fratello Chris  in un’iniziativa di beneficenza, la lettura su una chat di Zoom live del libro ‘James e la pesca gigante’, di Roald Dahl, da un’idea del regista Taika Waititi. All’iniziativa ha aderito anche Nick Kroll; Cate Blanchett, Meryl Streep e Benedict Cumberbatch leggeranno in futuro. (⇐ Daily Mail Australia)
  • “Convocateci dal vivo” è una richiesta formulata alle istituzioni, contenuta anche in una petizione su change.org e in un documento inviato a chi di dovere lo scorso 19 maggio. Domani, sabato 30 maggio, infatti, il Coordinamento nazionale di realtà, collettivi e movimenti autonomi indipendenti che lavorano nella Cultura e nello Spettacolo (more…)

maestri a confronto (6) (e altri antivirus)

aggiornamento 15 aprile: è in corso l’offerta in streaming della Cineteca di Milano. Oggi, per esempio, 15 aprile, è il compleanno di Claudia Cardinale; l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, l’associazione tunisina Ciné-Sud Patrimoine in collaborazione con la Cineteca di Milano, offrono in streaming gratuito, per una settimana, un’intervista inedita all’attrice, nell’ambito della quale Claudia Cardinale ricorda la giovinezza vissuta in Tunisia. Per tutti gli altri appuntamenti, si può visitare il sito cinetecamilano.it.

  • Prende il via mercoledì 15 aprile, alle 21.25 su Rai1, la riproposta di Meraviglie, il programma condotto da Alberto Angela che ha come tema le bellezze italiane. In Italia si concentrano 55 siti dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità, un numero che pone il nostro Paese al secondo posto dopo la Cina. Il percorso attraverso i tesori italiani prende le mosse dalla Reggia di Caserta, la  residenza reale dei Borbone. Oltre alle magnifiche sale, verranno mostrati i giardini della Reggia, capolavoro d’arte e ingegneria: basti pensare che l’Acquedotto Carolino portava l’acqua necessaria da 38 chilometri di distanza. Toni Servillo racconterà le emozioni provate da bambino alla prima visita e che cosa la reggia rappresenta per la città di Caserta. La seconda tappa del viaggio è la regione delle Langhe piemontesi, designate dall’Unesco patrimonio dell’umanità come “esempio eccezionale di integrazione dell’uomo con il suo ambiente naturale”. Tra il Castello di Grinzane Cavour e la tenuta di Fontanafredda, si vedrà lo stretto legame tra questo territorio e le vicende del Risorgimento italiano. Le atmosfere poetiche delle Langhe hanno da sempre alimentato le canzoni di Paolo Conte, che farà rivivere la sua infanzia trascorsa tra i campi e i vigneti. Si arriverà, infine, ad Assisi, la città umbra legata a San Francesco e a Giotto, due figure che sono all’origine della lingua e dell’arte italiana. Oltre alla Basilica dedicata al Santo con i magnifici affreschi di Giotto, si andrà alla scoperta di una parte della città poco conosciuta: i resti dell’Assisi romana. Monica Bellucci, nata in questa regione, racconterà che cosa ha significato per lei essere umbra e che cosa rappresentava la città di Assisi negli anni della sua adolescenza. Sentiremo anche Vincenza Lomonaco, all’epoca Ambasciatore d’Italia presso l’UNESCO a Parigi, oggi presso il POLO ONU a Roma, che racconterà l’importanza di proteggere il patrimonio culturale. Una grande produzione che, come i precedenti eventi di Alberto Angela su Rai 1, si avvale della tecnologia 4K HDR, spettacolari riprese con droni, effetti speciali, minifiction. La riproposta del programma è un esempio dell’impegno culturale della Rai in un momento in cui ci è fisicamente impossibile visitare i tesori del nostro Paese.

(⇐Rai, Ufficio Stampa)

  • Sempre in data 15 aprile 2020, a dieci anni esatti dalla scomparsa, Mediaset Extra rende omaggio a Raimondo Vianello, uno dei mattatori storici, piú amati della televisione italiana. Ci sarà un vero e proprio ‘Sandra e Raimondo Day’, per ricordare Vianello ma anche Sandra Mondaini, la compagna di una vita e di una carriera. Si comincerà alle ore 8, con la replica di alcune puntate di ‘Zig Zag’, il quiz che andò in onda su Canale 5 dal 1983 al 1986; alle ore dieci si proseguirà con ‘Attenti a noi due’, il varietà che suggellò l’arrivo della coppia Vianello – Mondaini sulle reti dell’allora Fininvest. Dalle 11:15 alle 15 ‘Sandra e Raimondo Supershow’, programma del 2004 che ripercorre la carriera dei due fra aneddoti e immagini storiche. Alle 15 sarà riproposto lo speciale ‘I tre tenori’, una trasmissione nella quale Mike Bongiorno, Corrado e Vianello (more…)

an electrical advice: the Current War

If you have not done so yet,
please seriously take into consideration to see the film ‘The Current War’,
released these days in Italy as ‘Edison – L’uomo che illuminò il mondo’,

directed by Alfonso Gomez-Rejon,
starred by Benedict Cumberbatch, Katherine Waterston, Tom Holland, Nicholas Hoult, Michael Shannon, (more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (57)

  • La stagione 20192020 del Teatro alla Scala comincerà con la ‘Tosca’ di Giacomo Puccini, interpretata da Anna Netrebko e diretta da Riccardo Chailly. Sarà il primo dei quindici titoli d’opera che, con sette spettacoli di balletto, caratterizzeranno il prossimo cartellone scaligero, nel quale figurano anche ‘il Trovatore’, ‘Tannhauser’, ‘Salomè’ diretta da Chailly, ‘Un ballo in maschera’ diretto da Gabriele Salvatores, con costumi di Dolce & Gabbana e Zubin Mehta a dirigere l’orchestra. Quanto a Tersicore, sono in programma ‘Romeo et Juliette’ di Gounod, ‘Il turco in Italia’ e ‘Il viaggio a Reims’, ‘Pelléas et Mélisande’ di Debussy, ‘L’amore dei tre re’ di Montemezzi, ‘Fedora’ di Giordano’, ‘Semele’ di Haendel, un Dittico contemporaneo e la ‘Gioconda’ di Ponchielli. Si dovrebbe parlare di tutto questo, un po’ anche approvare il bilancio, nel consiglio d’amministrazione della Scala, fissato al 29 aprile.
  • Ron Howard, invece, si occupa di Pavarotti, in un film biografico (suole usare il termine ‘biopic’) che nasce come una coproduzione tra Gran Bretagna e Stati Uniti, è stato finanziato interamente da Polygram Entertainment della Universal Music e Decca Records, casa discografica del tenore, e sarà nelle sale il 7 giugno, distribuito da Cbs Films. In Italia i diritti sono stati acquistati da TimVision e Wildside. Il titolo? ‘Pavarotti – Genius is forever’!
  • Un altro biopic, se cosí li si vuol chiamare, sarà invece dedicato a Robert Johnson. Ci risulta da attendibile fonte che il Johnson, prima di diventare il miglior blues man di tutti i tempi, non volasse particolarmente alto. Divenne bravissimo in un lasso di tempo esiguo e questo diede adito a speculazioni interessanti, tra cui quelle che avesse fatto uso di riti voodoo o che avesse venduto l’anima al Diavolo. (more…)

the Italian magnificent 9 (according to Scorsese)

Martin Scorsese, guest in Italy at the Roma Film Festival, and asked on his 9 favoured films of Italian Cinema, quoted, among many others, the following ones:

  1. ‘Accattone’, by Pier Paolo Pasolini: “the first film I felt close to, with characters I could identify with, it was a powerful experience, a shock to see something like that in connection with me. The sanctity of the human soul, the suffering of those who are at the base of society have not left me anymore”.
  2. ‘The taking of power by Louis XIV’, by Roberto Rossellini:  “from the filmography of a master of neorealism, in that television production, in his ‘didactic’ period I found an influence. Rossellini told me (more…)

birthdays in comparison

Happy birthday, Martin Scorsese! (pardon for being late…)
Happy birthday, Ridley Scott!
Happy birthday, Iris! (an Italian TV channel)

As for Iris, Italians only: (more…)


silence…

No title could ever be better than ‘Silence’ for Martin Scorsese’s ‘Silence’.

Throughout the history, when the gods decided to be silent, it was not a good sign, and human beings had to (more…)


Oscar, Inside Out, DiCaprio, Banderas, Pitt, Bale, Gosling, De Niro, Scorsese…

Un film su Maometto bambino, ‘Muhammad. Messager of God’, di Majid Majidi, difenderà i colori dell’Iran alla prossima edizione dei premi Oscar, nella categoria Miglior film in lingua straniera. È un passaggio storico. La cinematografia persiana ha già presentato diciassette film agli Oscar e uno se lo è anche portato a casa, nel 2012, con ‘Una separazione’, di Asghar Farhadi. (ANSA)

(more…)


Venezia 2015

L’edizione numero 72 della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia prende il via domani, 2 settembre 2015, per concludersi sabato 12. La prevista proiezione di ‘The Audition’, il cortometraggio diretto da Martin Scorsese e interpretato da Robert De Niro, Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, non avrà luogo “per ragioni tecniche”; se il buon Dio ne darà la possibilità, sarà questo blog a farlo vedere ed il vostro blogger preferito potrà esclamare: “the Audition l’ho proiettato io, l’ho proiettato io, l’ho proiettato io!”.
Scherzi a parte, molti saranno gli esordi, molti i talenti da scoprire; a voler trovare un ingrediente aureo comune a tutto il festival di Venezia 2015, anche soltanto per le diciassette pellicole in corsa per il Leone d’Oro, sembra di poterne citare uno ben preciso: la realtà. Tra i titoli piú attesi, ‘Heart of a Dog’ di Laurie Anderson, ‘Equals’ di Drake Doremus, ‘Marguerite’ di Xavier Giannoli (sul soprano peggiore del mondo), ‘The Danish Girl’ di Tom Hooper, con Eddie Redmayne (il primo intervento di cambiamento di sesso), ‘Rabin, the last day’ di Amos Gitai (sull’uccisione dell’importante uomo politico) nonché gli italiani ‘Sangue del mio sangue‘, di Marco Bellocchio, ‘A bigger splash’, di Luca Guadagnino, con Corrado Guzzanti che torna a Venezia dodici anni dopo ‘Fascisti su Marte’, ‘Per amor vostro’ di Giuseppe Gaudino e ‘L’attesa’, di Piero Messina, con Juliette Binoche.
Beasts of No Nation’, di Cary Fukunaga, dopo Venezia sarà anche a Toronto, per approdare su Netflix il 16 ottobre; vincitore degli Emmy Awards, è basato sul romanzo del nigeriano Uzodinma Iweala e sulla storia del piccolo Agu, strappato alla sua famiglia per combattere la guerra civile in Africa.

I film fuori concorso spaziano, se non dall’Alpi alle Piramidi, comunque dalla Cina all’Everest; sono, infatti la Cina contemporanea e la conquista della montagna piú alta del pianeta alcuni degli argomenti trattati. Ma non solo.

Antesignano del povero archeologo Khaled al Asaad, trucidato dall’Isis, omologo dei Monuments Men dei quali ci siamo occupati a tempo debito, il direttore del Louvre Jacques Jaujard che, durante la Seconda Guerra Mondiale, fece portare in salvo oltre 3500 dipinti e statue, tra cui la Gioconda e la Nike di Samotracia, i Delacroix e i Rubens; il regista russo Alexander Sokurov ne parla in ‘Francofonia’.
La sezione ‘Venezia Classici’ (more…)


Banderas, DiCaprio, Scorsese

Banderas, DiCaprio, Scorsese: listed in alphabetical order, three stars always on the crest on the wave (almost like Huey, Dewey e Louie).
Antonio Banderas celebrated his birthday recently, on August 10, and the assessment of his first 55 years can be considered truly satisfying: discovered by Pedro Almodovar, indicated by People among the 50 most beautiful stars in the world, Banderas has achieved a lot of success in films such as ‘Evita’, ‘Interview with the vampire’, ‘Philadelphia’, ‘The Mask of Zorro’, ‘Automata’, and at the last Cannes festival with Woody Allen’s ‘The man of your dreams’. (He is said he had to be a football player and came to study as an actor because of an accident).
Spite of what some people declare, Banderas is also proud of the commercial films in which he works as a miller and deals with a hen: that does not damage his image at all and, on the opposite, makes him almost more popular than before, since people ask him: “Antonio, where did you put your hen, Rosita?”. In Italy for the Ischia Film Festival, he said:

Banderas, DiCaprio, Scorsese: elencate in ordine alfabetico, tre stelle sempre sulla cresta sull’onda (quasi come Qui, Quo e Qua).
Antonio Banderas ha festeggiato il suo compleanno di recente, il 10 agosto, ed il bilancio dei suoi primi 55 anni può essere considerato davvero soddisfacente: scoperto da Pedro Almodovar, indicato da People tra le 50 star piú belle del mondo, Banderas ha ottenuto molto successo in film come ‘Evita’, ‘Intervista col vampiro’, ‘Philadelphia’, ‘La maschera di Zorro, ‘Automata’, e all’ultimo festival di Cannes con ‘L’uomo dei tuoi sogni’, di Woody Allen (si dice dovesse fare il giocatore di calcio ed ha finito con lo studiare recitazione a causa di un incidente).
Nonostante quello che dicono alcune persone, Banderas è orgoglioso anche degli spot in cui lavora come mugnaio e si occupa di una gallina: la cosa non danneggia per nulla la sua immagine e, al contrario, lo rende quasi piú popolare rispetto a prima, dal momento che la gente gli chiede: “Antonio, dove hai messo la tua gallina, Rosita?». In Italia per l’Ischia Film Festival, ha detto:

(more…)


DiCaprio, Pitt, De Niro & Scorsese

Is it possible to put together Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Robert De Niro and Martin Scorsese?

According to our sources, the answer is yes!

They are working for a short film produced by RatPac Entertainment, a James Packer’s company, to promote Melco-Crown Entertainment (MCE) casinos and resorts.

(Of course, Leo, Brad and Robert play, Martin is the director).
Written by Terence Winter (‘The Wolf of Wall Street‘), shooted in New York, the video will be released next year for the opening of ‘StudioCity’, a new Melco Crown movie-themed resort in Macau, the famous Special Administrative Region (SAR) of the People’s Republic of China.

È possibile mettere insieme Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Robert De Niro e Martin Scorsese?

Secondo le nostre fonti, la risposta è sí!

Stanno lavorando in un corto prodotto da RatPac Entertainment, azienda di James Packer, per promuovere i casinò e i resort della Melco Crown Entertainment-(MCE) (naturalmente, Leo, Brad e Robert recitano, Martin fa il regista).

Scritto da Terence Winter (‘The Wolf of Wall Street‘), girato a New York, il video uscirà il prossimo anno per l’apertura di ‘StudioCity’, un nuovo resort tematico sul cinema della Melco Crown a Macao, la famosa regione amministrativa speciale (SAR) della Repubblica popolare Cinese.

(< - Daily Telegraph; Deadline.com; Digital Spy; leonardodicaprio.it)

passaggi al cinema (dalle altre arti)

 È bello quando la settima arte prende per mano le altre e le aiuta a effondere la loro bellezza:

  1. dall’ottava, il Fumetto, arriva il film ‘La Profezia dell’Armadillo‘; tratto, a dire il vero, dal libro che rappresenta la versione potenziata dell’originale, nasce dalla fantasia di Zerocalcare, al secolo Michele Rech, elemento di spicco nel panorama fumettistico italiano. In questa nobile iniziativa, Zerocalcare si è fatto coadiuvare dal futuro regista, Valerio Mastandrea, dallo scrittore Oscar Glioti e dallo scrittore/conduttore radio Johnny Palomba. L’annuncio è stato dato da Zerocalcare in una delle sue strisce.

  2. Dalla Pittura arriva invece ‘Renoir‘, film che si basa sul racconto che Jean Renoir ha reso del padre, il grande pittore Auguste, con particolare riguardo all’estate del 1915 a Cagnes. Diretto da Gilles Bourdos, è stato presentato all’ultimo Festival di Cannes e proiettato ieri sera al Museo del Cinema di Torino in lingua originale, mentre è in corso alla Galleria d’arte moderna una mostra sulle opere del pittore.

  3. Dalla Letteratura arrivano:

  • numerosi film dedicati a Sherlock Holmes e realizzati in tutto il mondo, in virtù di una sentenza USA che ha liberalizzato i diritti d’autore di Arthur Conan Doyle;

  • la trasposizione cinematografica de ‘La gente che sta bene‘, sorta di seguito del fortunato e già trasposto ‘Studio illegale‘, di Federico Baccomo Duchesne. Diretto da Francesco Patierno, in sala dal 30 gennaio, il film vede Claudio Bisio nei panni dell’avvocato Umberto Dorloni, al vertice della carriera, tronfio del proprio successo ma anch’egli alle prese con la recessione. Da ricordare la consorte, Margherita Buy;

  • da non perdere, esce proprio oggi ‘The wolf of Wall Street‘, ultimo lavoro di Martin Scorsese, interpretato da Leonardo DiCaprio e tratto dal libro autobiografico di Jordan Belfort.


Frozen & La grande bellezza

It was since 1989, thanks to Giuseppe Tornatore‘s ‘Nuovo cinema Paradiso‘ that Italy did not win a Golden Globe. Congratulations to Sorrentino and to Italian Cinema, and good luck for Oscars!
Quite glad for Frozen too, I liked that film…

Here the complete list of winners:

(more…)


gli appuntamenti del 2014

Oltre al sessantesimo compleanno della Rai, il 2014 riserva altri appuntamenti e ricorrenze interessanti.

Tanto per cominciare, questo è l’anno in cui tre cinematografiche bellezze del calibro di Sophia Loren, Brigitte Bardot e Shirley McLane raggiungono l’ottantesimo genetliaco; per la precisione Shirley il 24 aprile, Sophia il 20 settembre, Brigitte il 28 settembre.

Compleanni importanti anche quello dell’Istituto Luce, o Cinecittà Luce, come è stato ribattezzato, che sarà festeggiato da giugno a settembre e quello di Paperino, il papero che ride, che nacque il 9 giugno 1934 (la ricorrenza dei novant’anni dell’Istituto Luce avverrà in contemporanea con una mostra di Marco Bellocchio al MoMA di New York ad aprile).

Nel 2014 arrivano in sala ‘Mia madre’, di Nanni Moretti, ‘The Future Youth – La Giovinezza’, di Paolo Sorrentino, ‘Il racconto dei racconti’, di Matteo Garrone, ‘La prigione di Bobbio’, del detto Bellocchio, ‘Limbo’, di Daniele Vicari, ‘Allacciate le cinture’, di Ferzan Ozpetek, ‘Un ragazzo d’oro’, di Pupi Avati, ‘Fathers and Daughters’ di Gabriele Muccino, ‘Il ragazzo invisibile’ di Gabriele Salvatores, ‘Sotto una buona stella’, di Carlo Verdone. Già in sala ‘Un boss in salotto‘ e  ‘Capitan Harlock  3D‘, pronti a uscire ‘The Butler’,’American Hustel’ e ‘Il castello magico’, per poi cedere la scena ai sequel di ‘Planes e ‘Rio, a una riproposizione di Tarzan e a ‘S’alza il vento‘, di Miyazaki. Già trattato ‘Peppa Pig, vacanze al sole e altre storie‘.

Befana tra le piú singolari, Greta Garbo torna al cinema con ‘Ninotchka’, di Ernst Lubitsch, soltanto il 6.

Il cinema americano ci regalerà anche ‘Lego. Il film‘, ‘Robocop’, ‘Pompei, ‘Un giorno come tanti’ di Jason Reitman, ‘Monuments Men’, di George Clooney, ‘The winter solide’, ‘The Amazing Spider-Man 2′, ‘X-Men’, ‘Age of Extinction’, ‘Revolution’ e ‘Jupiter Ascending’ dei fratelli Wachowski, The Wolf of Wall Street’ di Scorsese con DiCaprio, ‘The Counselor – Il procuratore’ di Ridley Scott, ‘Dallas Buyers Club’ Jean-Marc Vallée e ’12 anni schiavo’, di Steve McQueen.

È bello ricordare, inoltre, che il Capodanno i cinefili stelle e strisce lo hanno festeggiato vedendo l’italianissimo ‘La migliore offerta‘, appena arrivato nelle loro sale e che Paolo Sorrentino corre il rischio di vincere l’Oscar con ‘La grande Bellezza‘.

In televisione, ci aspetta di sicuro una buona edizione del festival di Sanremo, capitanato anche quest’anno da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto; (more…)


del Gattopardo e altri demoni (2)

Dopo il successo del post “del Gattopardo e altri demoni, ecco un secondo capitolo, che tratta nuovamente del film di Luchino Visconti ma anche di altri eventi riconducibili ai demoni e ai diavoletti che ogni tanto visitano l’animo umano.

  • Con riguardo al detto Gattopardo, è da ricordare che, a partire da lunedí 28 ottobre, settanta sale cinematografiche in tutta Italia proietteranno la versione restaurata della pellicola. L’operazione di restauro, che avviene a mezzo secolo esatto dalla prima uscita, è stata realizzato dalla Cineteca di Bologna in collaborazione cone “The Film Foundation” di Martin Scorsese. La proiezione sarà peraltro preceduta dal documentario “I due Gattopardi” di Alberto Anile e Maria Gabriella Giannice, che torna anche a mostrare alcune scene tagliate dello stesso Visconti.

  • Giovedí 31 uscirà invece ‘Sole a catinelle‘, ultima fatica di Checco Zalone, per la regia di Gennaro Nunziante e la produzione di Pietro Valsecchi; Zalone è un papà che riesce a regalare una vacanza al figlio per premiare la sua diligenza e si ritrova in mezzo ai ricchi e ai nuovi ricchi.

  • In quel di Firenze, nella patria di Donatello, avrà luogo dal 24 ottobre al 15 dicembre la settima edizione de “50 giorni di cinema internazionale”, rassegna che comprende nove festival di cinema, oltre trecento proiezioni ed eventi vari; l’inaugurazione spetta a ‘Wanda‘, di Barbara Loden, restaurato da Gucci e dalla medesima ‘The Film Foundation’ di Martin Scorsese, già citata con riguardo al Gattopardo di Visconti.

  • Il demone dell’arte, per fortuna, non ha abbandonato Claudio Baglioni che ha dichiarato di aver pur pensato al ritiro ma non prima di questo nuovo traguardo, il nuovo album di inediti, dal titolo ‘CONVOI’, già nei negozi.

  • Il demone dell’amore, se non il piú potente, è sicuramente il piú imprevedibile e si manifesta in molte forme, quelle di Afrodite Urania e quelle di Afrodite Pandemia, Amor Sacro e Amor Profano, per esempio. Cielo rende giustizia alla seconda, con ‘XXX Visioni Erotiche’, ciclo di film d’autore a sfondo erotico in prima serata, e un appuntamento con Rocco Siffredi in veste di mentore per coppie bisognose, visto che già a Sanremo, durante la canzone di Elio, aveva consigliato la massima umiltà per ottenere i suoi risultati. L’amore declinato nella dolcezza dei sentimenti sembra invece piú vicino alle corde e alle intenzioni di Flavio Montrucchio, il quale, assieme a Federica Panicucci, animerà ‘Tutti dicono I love you‘, trasmissione che muoverà sulla falsariga del vecchio Stranamore e consentirà agli innamorati di tendere nobili agguati ai destinatari del loro amore (“Non ho l’arco, né le frecce. Anzi, a far la posta in strada alle sette di mattina, piú che Cupido sembro un incursore delle Iene“, ha dichiarato).

  • Ultimo, il demone della nostalgia; oggi, 23 ottobre 2013, e solo per oggi, ancora grazie a Nexo Digital, torna nelle sale ‘Ritorno al futuro – Parte II‘, di Robert Zemeckis, con Michael J. Fox e Christopher Lloyd, prodotto da Steven Spielberg.


tre italiani candidati all’Oscar

Il prossimo 26 febbraio saranno soltanto tre gli italiani in lizza per la mitica statuetta:

  • Dante Ferretti (production design per ‘Hugo Cabret’, di Martin Scorsese);
  • Francesca Lo Schiavo (set decoration del medesimo film);
  • Enrico Casarosa, regista de ‘La Luna’, prodotto dalla Pixar, nella categoria del miglior cortometraggio d’animazione (Casarosa ha già lavorato in film come ‘Cars’, ‘Ratatouille’ e ‘Up’).

Quanto al miglior film in assoluto, al di là dell’italico orgoglio, lo scontro piú interessante sarà tra ‘Hugo Cabret’,  che vanta ben undici candidature, e ‘The Artist’, film muto e in bianco e nero di Michael Hazanavicius, che ne ha “soltanto” dieci.

Dopo il salto, l’elenco delle nomination piú importanti: (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: