Crea sito

francesco & francesco

 “La vita di Francesco è di sconcertante attualità e lo è ancora di piú oggi,

che la crisi ci costringe a fare i conti con una decrescita e con una crescente diseguaglianza”

Liliana Cavani

San Francesco è sempre attuale e proprio non stupisce se Rai 1 programmerà lunedí e martedí prossimi una nuova fiction dedicata alla sua vita. A firma, peraltro, della medesima Liliana Cavani autrice di due degli affreschi piú riusciti sul Poverello d’Assisi, quello televisivo del 1966, con ‘Francesco d’Assisi‘, protagonista Lou Castel, e quello cinematografico del 1989, ‘Francesco‘, con Mickey Rourke.

A quanto se ne sa, la miniserie prende in esame varie stagioni della vita del santo e riconosce particolare importanza a santa Chiara e a frate Elia; vengono raccontati la giovinezza, la conversione, il processo intentatogli dal padre, la nascita della Fraternitas, il viaggio in Terrasanta, la stesura delle regole e la morte.

Questa terza avventura, prodotta da Rai Fiction e Ciao Ragazzi! in collaborazione con Bayerischer Rundfunk, vede nei (semplici) panni di san Francesco il giovane attore polacco Mateusz Kościukiewicz, mentre gli italiani Sara Serraiocco e Vinicio Marchioni interpretano santa Chiara e frate Elia. Nel presentarla, la Cavani ha detto anche:

“La storia di Francesco è una storia bellissima da raccontare di generazione in generazione. Quando Einaudi mi ha chiesto di scrivere un libro sull’attualità di Francesco io ho pensato che il mio linguaggio è il cinema e preferivo farne un nuovo film. Lui è l’unico pensatore autentico e poetico sulle questioni economiche e finanziarie. Odiava il denaro perché capace di creare guerre e come divisioni nelle famiglie, perché grande nemico della fraternitas“.

C’è dell’altro. La responsabile di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, ha dichiarato che la scelta di vita di san Francesco è

“esaltata anche dalla scelta di Papa Bergoglio (di assumere il suo nome, nda)

e questo sembrerebbe porgere l’assist a un vecchio progetto della citata Ciao Ragazzi!, ‘La lista di Bergoglio, che Claudia Mori dichiara precedente alla salita di papa Francesco al soglio pontificio:

“Il progetto di questo film nasce prima dell’elezione di Bergoglio, nel 2012 ma chiaramente ha dato ancora maggior forza e significato al progetto (…) Ho acquistato i diritti del libro ‘La lista di Bergoglio‘ ma per motivi di rispetto e di responsabilità è un progetto ancora molto embrionale”.

Non foss’altro che le dichiarazioni piú recenti della Mori non sembrano particolarmente ottimistiche:

“Sto pensando seriamente di chiudere la Ciao Ragazzi!, troppi ostacoli, forse è arrivato il momento di dire Ciao ragazze!!. Sono molto felice di essere riuscita a portare a termine la miniserie Francesco grazie a una regista del calibro di Liliana Cavani, grazie alla quale tutto è diventato di altissimo livello, ma gli ostacoli non sono mancati, così come continuo ad incontrarli con un progetto chiuso come Gioco d’Azzardo, che mi era stato chiesto e approvato di ridurre da quattro a due puntate ed è stato fatto ma non sappiamo quando e in quale anno a questo punto entrerà in piano di produzione. Mentre la Lista di Bergoglio, di cui ho acquisito i diritti, probabilmente lo faremo in un’altra vita, per il momento ci leggiamo il libro”.

La Mori ricorda d’aver realizzato “importanti prodotti di qualità“, da ‘C’era una volta la città dei Matti’, a ‘Rino Gaetano’, a ‘de Gasperi’, alla collana sulla violenza alle donne ma vederli realizzati “non è mai stato facile“.

Qualcuno ha ipotizzato una provocazione per richiamare l’attenzione su progetti al momento bloccati; quello che si sa con certezza è che il dinamico duo Mori & Cavani sta lavorando ad una serie su politica e finanza, dal titolo (provvisorio) ‘Il sistema‘ mentre la Mori da sola ha in cantiere con Rai Fiction una serie di film tv sulla violenza sulle donne  e una sul gioco d’azzardo.Tra gli altri progetti che Claudia Mori ha in serbo per Rai Uno,  c’è anche una nuova fiction su Giorgio Gaber.

La Andreatta, interpellata su uno dei progetti in cantiere, quello sul gioco d’azzardo, ha risposto nicchiando e questo ha fatto ulteriormente irritare Claudia:

“È proprio difficile lavorare cosí. Anche realizzare ‘Francesco‘ non è stato facile ma a volte si va oltre ogni immaginazione. Per questo sto pensando di chiudere la Ciao Ragazzi”.

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: