Get a site

per grandi e per piccini (8)

Aggiornamento 17 marzo: da oggi fino al 25 marzo DeAKids+1 (602 di Sky) diventa Winx Club Channel, un canale pop up interamente dedicato alle avventure delle Winx; l’iniziativa segue l’annuncio dell’adattamento di Winx Club in una serie Tv live action, di cui si tratta nel post.

  • Hitler contro Picasso’, nelle sale 13 e 14 marzo, è stato trattato in altra sede.
  • ‘Alice nella città’, sezione indipendente del Festival del cinema di Roma, ha ideato l’iniziativa ‘Scelte di classe – Il cinema a scuola’, un percorso interattivo di educazione all’immagine costruito grazie a una nuova piattaforma web su una selezione di ventotto film e una serie d’incontri resi disponibili in streaming.  Parte in questi giorni in via sperimentale in cinque città, Roma, Firenze, Pisa, Cagliari e Bologna, coinvolgendo in ognuna venti istituti scolastici e quattro Istituti Penali Minorili: il Meucci di Firenze, il Quartucciu di Cagliari, il Pratello di Bologna e il Casal del Marmo di Roma. Tra i titoli ci sono anche i dieci selezionati per il Ciak Alice Giovani 2018, quali ‘Chiamami col tuo nome’ di Luca Guadagnino, ‘Il ragazzo invisibile- Seconda generazione’ di Gabriele Salvatores, ‘Tutto quello che vuoi’ di Francesco Bruni, ‘I figli della notte di Andrea de Sica, ‘My Name Is Adil di Adil Azzab, Andrea Pellizzere Magda Rezene, ‘Sicilian Ghost Story’ di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, ‘Il cratere’ di Luca Bellino e Silvia Luzi, ‘Balon’ di Pasquale Scimeca, ‘Cuori puri’ di Roberto De Paolis, ‘A ciambra’ di Jonas Carpignano. Tra gli artisti, Michela Cescon, Paola Minaccioni, Paola Cortellesi, Michele Riondino, Riccardo Milani, Claudio Amendola, Matteo Garrone, Paolo Genovese, Jonas Carpignano, Massimiliano Bruno, Thomas Trabacchi hanno già aderito agli appuntamenti in sala e nelle carceri minorili. Quanto al Ciak Alice Giovani 2018, i lettori di Ciak ed il pubblico di Alice nella città potranno votare fino al 21 maggio nelle scuole, il vincitore riceverà la targa durante la cerimonia di premiazione dei Ciak d’oro.
  • La filosofia come materia di studio alle scuole elementari è già praticata in una cinquantina di scuole inglesi e alcune in Italia; dallo scorso 12 marzo è anche su Rai Gulp, con ‘Milly Milledomande’, serie d’animazione tra le piú garbate in cui si esplora il pensiero in modo leggero e divertente, attraverso le domande che i bambini normalmente si pongono sulla paura, la felicità, la bellezza, la verità, la morte. ‘Milly Milledomande’, coproduzione Rai – France Télévisions,  è stata accolta positivamente anche dal suo pubblico, ottenendo il 10% di share tra i fanciulli tra gli otto e i quattordici anni.
  • Le Winx, fatine italiane che hanno conquistato il mondo, diventano personaggi veri, in carne e ossa, in una serie live action di Netflix. La polare piattaforma ha realizzato già nel 2016 due stagioni originali di ‘World of Winx’, spin-off di ‘Winx Club’, riscuotendo grande successo in tutto il mondo.
  • Si terrà a Firenze, dal 22 al 30 marzo la tredicesima edizione del Florence Korea Film Fest, foriero quest’anno d’oltre quaranta titoli, tra anteprime, lungometraggi e corti, dal dramma sportivo alla commedia. Ad aprire il festival ‘The Fortress’, film ambientato nel 1636 durante la seconda invasione Manciù della Corea; a seguire, tra gli altri, sei film sul rapporto tra Corea del Nord e Corea del Sud, una sezione dedicata ai film piú importanti prodotti nelle terre, rispettivamente, di Kim Jong-Hun e Ban Ki Moon (ma anche di Psy), come ‘A taxi driver’, di Gang Hun. La diva Ha Jung-woo presenterà in prima europea il fantasy ‘Along with the Gods: the two worlds’.
  • L’eco del Carpe diem del professor Keating, con l’invito a succhiare il midollo della vita a e fuggire l’approccio nozionistico alla letteratura, è ancora viva. il film ‘L’attimo fuggente’ compie trent’anni nel 2019 e arriva in teatro grazie alla STM Scuola del Teatro Musicale, il Performing Arts Center per la formazione di attori e registi e centro di produzione teatrale, che ne ha acquisito i diritti in esclusiva per il nostro Paese, unico al mondo dopo gli Stati Uniti. La trattativa è durata oltre un anno; lo spettacolo arriverà sulle scene l’anno prossimo, per la regia di Marco Iacomelli (‘Next to Normal’ e ‘Green Day’s American Idiot’) e l’adattamento di quel Tom Schulman, già premio Oscar per la sceneggiatura del film originale. Quanto al ruolo che fu di Robin Williams nella versione cinematografica, il produttore Davide Ienco ed il citato regista Iacomelli vorrebbero Elio Germano.
  • Quanto a Peter Coniglio, esso nasce in Inghilterra come Peter Rabbit, dalla fantasia della scrittrice e illustratrice Beatrix Potter: Walt Disney la contattò nel 1937 per farne un film d’animazione ma lei non volle; negli ultimi cinquant’anni, di contro, le gesta del roditore lagomorfo in giacca blu, tenero ma ribelle, che disubbidisce alla mamma e ruba ortaggi nell’orto del vicino hanno ispirato, tra l’altro, molte serie animate e addirittura un film-balletto di Reginald Mills (1971) con danzatori del Royal Ballet. Sarà dal 22 marzo nelle sale, or dunque, ‘Peter Rabbit’, di Will Gluck,  sinergia di live action e animazione Cgi con inserti in 2d; doppiata in originale da James Corden e in italiano da Nicola Savino.
  • Il film documentario di Giorgio Verdelli ‘Pino Daniele – Il tempo resterà’ diventerà invece un “docu-concerto” in chiave sinfonica; nella ricorrenza del 19 marzo, giorno in cui Pino avrebbe festeggiato l’onomastico, vivrà questo grande omaggio musicale, con la presenza di alcuni artisti che hanno collaborato con lui come Enzo Gragnaniello e Tony Esposito, la chitarra di Martino De Cesare, le percussioni di Tony Esposito, il basso di Daniele Brenca, la batteria di Francesco Lomagistro, l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Renato Serio e le immagini del film con la voce narrante di Verdelli. Saranno eseguiti alcuni dei brani più importanti di Pino Daniele, da ‘Quanno chiove’ a ‘Cammina cammina’, da ‘A me me piace o Blues’ a ‘Samba accussi’. Quattro le date del tour: 18 marzo a Potenza, 19 marzo a Matera, 21 marzo a Taranto e 26 marzo a Molfetta. La città di Roma, nel suo piccolo, omaggerà Pino Daniele il 15 marzo, con una proiezione del film ‘Il tempo resterà’ alla Casa del Cinema, nell’ambito della rassegna ItaliaDoc.
  • Dopo il successo di ‘Loving Vincent’, che ha portato nelle sale un totale di 240 mila spettatori, Vincent Van Gogh torna al cinema con ‘Van Gogh. Tra il grano e il cielo’, film evento che prende il titolo dalla mostra in corso a Vicenza e offre un nuovo sguardo sul pittore olandese grazie al lascito di Helene Kröller-Müller, la donna che, ai primi del Novecento, giunse ad acquistare quasi trecento suoi lavori, tra dipinti e disegni. Il film evento, diretto da Giovanni Piscaglia e scritto da Matteo Moneta con la consulenza scientifica e la partecipazione di Marco Goldin, ha la voce narrante di Valeria Bruni Tedeschi, il commento musicale di Remo Anzovino ed è prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital; sarà nelle sale solo il 9, 10 e 11 aprile (elenco a breve su www.nexodigital.it).
  • Firmato dai registi di ‘Pokemon – I choose you’ e ‘Final Fantasy – The Spirit Within’, ‘Rudolf alla ricerca della felicità’ è stato candidato come miglior film d’animazione nel 2017 al Japan Academy Award e si è classificato al quinto posto del botteghino in Giappone come migliore incasso; film d’animazione tra i più simpatici, diretto da Kunihiko Yuyama e Motonori Sakakibara, è nelle italiche sale dal 15 marzo, distribuito da Mediterranea Productions. ‘Rudolf alla ricerca della felicità’ (in origine ‘Rudolf to Ippaiattena’), è la storia vera del gattino Rudolf, improvvisamente separato dal suo padrone, che si sveglia in un camion e arriva a Tokyo, dove fa amicizia con Tigre, un grande gatto che anche una sorta di boss temuto da tutti i felini della città. 
  • Bruno Bozzetto pubblicherà per Bao Publishing ‘Minivip & Supervip – Il mistero del Via Vai’, il suo primo graphic novel, basato sui  supereroi Minivip e Supervip, già protagonisti di un lungometraggio animato uscito nel 1968. In uscita a giugno 2018, il libro, che uscirà contemporaneamente in Francia, è firmato da Bozzetto e dal francese Grégory Panaccione; i protagonisti dovranno sventare il diabolico piano di una civiltà di alieni che forniscono all’umanità invenzioni e tecnologie con l’obiettivo di rendere l’aria piú respirabile per loro ma piú inquinata per noi. 
  • Il già citato Elio Germano sarà impegnato nel ruolo del pittore naïf Antonio Ligabue nel film ‘Volevo nascondermi’, scritto e diretto da Giorgio Diritti, prodotto da Palomar in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e le istituzioni locali di Reggio Emilia. Alla sceneggiatura hanno contribuito, oltre al regista bolognese, Tania Pedroni e Fredo Valla. La narrazione vivrà principalmente nel reggiano, dove un bambino solo ed emarginato trovò nell’arte una forma di riscatto e insegnò al mondo ad apprezzare le sue fantasmagoriche visioni di tigri, giaguari e serpenti.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: